Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

Il metodo DCF - Esempio di calcolo

28 Apr 2011 - 12:42

Un'applicazione del metodo Discounted Cash Flow al caso specifico di un'azienda per la determinazione del valore d'impresa.



Che cos’è e a cosa serve

Il Dcf - Discounted Cash Flow è uno dei principali metodi utilizzati per la valutazione aziendale.

Come funziona:
Il metodo dei flussi di cassa attualizzati (Dcf) è basato sulla determinazione del valore attuale dei flussi di cassa attesi da una specifica attività. Il flusso può essere rappresentato non solo dal cash flow ma anche dai dividendi (Ddm). La valutazione basata sui flussi di cassa attualizzati è funzione di tre elementi fondamentali: l’entità del flusso di cassa, la distribuzione nel tempo dei flussi e il tasso di attualizzazione.

dcf-caso-pratico-intro

Formula:

Valore dell’azienda = VA + Pfn + assets

VA = valore dei flussi di cassa attualizzati
CF = flusso di cassa
r = tasso di sconto che riflette il profilo di rischio
n = durata dell’attività
Pfn = posizione finanziaria netta
Assets = valore degli assets non inerenti alla gestione caratteristica

Esempio – valutazione d’impresa

Decidiamo di valutare con il metodo DCF l’azienda BIANCHI SPA.

Nel 2010 ha realizzato un EBIT (risultato al lordo degli oneri finanziari e delle imposte) pari a 2097,17 euro. Gli oneri finanziari sono stati pari a 829,17 euro mentre gli investimenti in capitale fisso sono stati di 1500 euro. Gli ammortamenti sono stati pari a 1000 euro e il capitale circolante è stato pari a circa il 40% del fatturato con una variazione di 200 euro rispetto all’anno precedente. Aliquota fiscale pari al 30%. Il rendimento delle attività è stato pari al 12,42% con una percentuale di reinvestimento degli utili pari al 77,87%.

Determinazione del flusso di cassa disponibile per l’impresa nel 2010

EBIT*(1-aliquota fiscale) = 2097,17*(1-0,3) = 1468,02 euro
    - (investimenti–ammortamenti) = 1500-500 =   500
    - variazione capitale circolante netto = 200 =    200
                                                            ----------------------
                                                                 = 768,02 euro

dcf-caso-pratico-scheda