Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

ISAE

11 Set 2009 - 16:29

L'indice della fiducia dei consumatori



L'indice della fiducia dei consumatori è un indicatore sintetico dell'inchiesta svolta mensilmente dall'Isae sulla base di una lista di domande volte a valutare l'ottimismo o il pessimismo dei consumatori. L'obiettivo dell'indice è quello di delineare un quadro economico generale e fornire alcune previsioni circa l'andamento del clima di fiducia dei consumatori italiani.

Com'è calcolato?

L’Isae (Istituto di Studi e Analisi Economica) svolge mensilmente, dal 1982, l’indagine congiunturale presso i consumatori. L’indagine viene effettuata su un campione di 2.000 unità proporzionale all’universo della popolazione italiana adulta estratto partendo dall’elenco degli abbonati al telefono. L’unità statistica è costituita dal consumatore (maggiorenne appartenente al nucleo famigliare individuato dal numero telefonico) mentre l’unità di rilevazione è per l’appunto l’abbonato.

L’indagine viene condotta nei primi dieci giorni lavorativi di ogni mese ed è volta al calcolo di un indicatore sintetico del clima di fiducia.

L’indicatore  viene elaborato basandosi su nove domande aventi come obiettivo quello di valutare lo stato di ottimismo/pessimismo dei consumatori.

I risultati delle nove domande vengono in seguito espressi sotto forma di “saldi ponderati sui dati grezzi” e vengono aggregati tramite media aritmetica. I saldi consistono nelle differenze fra le modalità favorevoli e quelle sfavorevoli e possono essere per l’appunto semplici o ponderati (assegnando peso doppio alle modalità estreme rispetto alle intermedie): in questo modo i saldi  rappresentano le indicazioni sintetiche dei fenomeni osservati.

Per ogni domanda, come precisa l’Isae, i risultati sono espressi in termini di “frequenze relative delle singole modalità di risposta”.

L’Isae infine elabora anche quattro sub-indici relativi al quadro generale, a quello personale, alla situazione presente ed a quella futura.

Comunicazione mensile

Ogni mese l’Isae pubblica un comunicato sul proprio sito che mostra le variazioni subite dalla fiducia dei consumatori indicando anche con l’ausilio di grafici il quadro economico generale e le situazioni economiche personali, la situazione corrente, i giudizi e le attese. Viene illustrato anche il dato relativo alla situazione economica famigliare raffrontata con giudizi e previsioni e le attese circa l’acquisto di beni durevoli. In tal senso l’indice di fiducia tende anche a dare una rappresentazione esaustiva dello stato relativo alla situazione economica personale delle famiglie italiane e del peso esercitato su questa della situazione economica dell’intero Paese.