Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

I Comitati

19 Set 2008 - 11:12

La struttura delle società prevede spesso per statuto o in base alle delibere dell’assemblea l’istituzione di comitati



La struttura delle società prevede spesso per statuto o in base alle delibere dell’assemblea l’istituzione di comitati ai quali il consiglio di amministrazione del gruppo e gli altri organi decisionali (per esempio l’assemblea) delegano alcune delle proprie funzioni e la possibilità di delibera in merito. Comitati

Il comitato esecutivo è senza dubbio il più importante per poteri e deleghe ad esso attribuiti ed è per questo motivo composto per legge da membri del consiglio di amministrazione. Il comitato esecutivo verifica l’assetto organizzativo o amministrativo della società, esamina i piani strategici del gruppo e il generale andamento delle sue varie attività. All’ampiezza delle deleghe che possono essere assegnate a questo organo sono posti però dei limiti dall’articolo 2381 che è anche quello che ne definisce le caratteristiche. I limiti imposti al comitato esecutivo riguardano alcune operazioni importanti come gli aumenti di capitale, l’emissione di bond convertibili, i progetti di fusione o scissione della società e la redazione del bilancio di esercizio.

Un organo societario previsto dal codice civile (articolo 2409-octiesdecies) è il comitato per il controllo sulla gestione. Esso ha il compito di verificare la corrispondenza delle procedure interne alla società con le norme e con le cosiddette best practice del settore ossia con i metodi gestionali più efficaci e aggiornati del momento. I membri di questo comitato devono godere dei requisiti di indipendenza e non possono far parte del comitato esecutivo. Almeno uno dei membri deve essere iscritto nel registro dei revisori contabili.

Un altro importante organo che alcune società istituiscono e a cui delegano parte delle proprie funzioni è il comitato nomine. Si tratta di un comitato che delibera, nei grandi gruppi, in merito ai vertici delle società controllate e partecipate.

Altro organo diffuso e talvolta associato al comitato nomine è il comitato per la remunerazione che si occupa in genere di stabilire gli emolumenti degli amministratori e dell’amministratore delegato della stessa società. Come per le scelte degli altri comitati comunque le delibere di quest’organo rimangono sottoposte al vaglio del consiglio di amministrazione.

Comitati

Un altro comitato assai diffuso è poi il comitato per la governance che si occupa in genere di gestire l’assetto organizzativo della società fissando e studiando le varie alternative e le varie conseguenti deleghe che l’assemblea e il consiglio di amministrazione attribuiscono ai vari manager del gruppo. Con l’introduzione in diverse società del sistema di governance duale in alternativa a quello tradizionale molte società hanno assegnato a questo comitato il compito di valutare il passaggio o meno dal sistema monistico di governance a quello duale.