Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

I Traders

28 Mar 2008 - 16:20

Chi acquista o vende strumenti finanziari, quali azioni, obbligazioni, opzioni e derivati quotati in determinati mercati



Il Trader, dalla traduzione dall’inglese, è chi acquista o vende strumenti finanziari, quali azioni, obbligazioni, opzioni e derivati quotati in determinati mercati.

Il Trader non opera direttamente con la borsa valori, ma si serve di un intermediario finanziario, che a sua volta, ricevuti gli input, quali prezzo, quantità, codice dello strumento e segno dell’operazione (acquisto o vendita), la esegue e cura le successive fasi, in cambio di una commissione.

Tale intermediario è il broker che ha il compito di trasmettere al mercato le offerte di acquisto o di vendita trasmessegli dai suoi clienti: in pratica l'intermediario non fa altro che "rigirare" al mercato le proposte degli investitori. Il broker può fornire però informazioni sulla situazione dei mercati, o anche fornire dei consigli sui titoli da acquistare o vendere. Trader info

I Trader possono essere: professionisti, operatori specializzati di banche, sim  e società di gestione del risparmio, o piccoli investitori, semplici cittadini che investono i propri risparmi in borsa. La nascita del Trading Online infatti ha consentito a chiunque di inviare ordini al broker attraverso internet e ha favorito l'investimento sui mercati dei piccoli risparmiatori. I trader professionisti hanno però spesso un orizzonte temporale diverso, tendono ad acquistare e vendere per ottenere guadagni immediati, in un solo giorno, e a tal proposito si parla di day-trading.

Per tutti i Trader però il fine dell’operazione è il guadagno (capital gain) ottenuto con l’acquisto e la vendita ad un prezzo superiore di uno strumento finanziario.

Le strategie che consentono una “lettura” più specifica dell’andamento dei titoli e quindi consentono ai Trader di elaborare previsioni sulla base delle quali decidere l'acquisto o la vendita di un titolo sono:  l’analisi tecnica, che consiste nello studio delle serie storiche attraverso i grafici e l’analisi fondamentale che invece è l’approfondimento dei dati di bilancio e delle stime future.

Trader scheda

Gli analisti tecnici mirano ad identificare, tra l’altro, le tendenze in una varietà di grafici borsistici. Sostengono che laddove i grafici indichino una tendenza al rialzo, gli investitori dovrebbero continuare a comprare. Qualora, invece, i grafici indichino una tendenza al ribasso, si dovrebbe vendere. Considerano altresì le medie mobili, che mostrano le variazioni nella quotazione azionaria media durante periodi specifici, per esempio un mese, e fanno uso di diversi altri studi per predire i movimenti futuri dei prezzi azionari.

L’analisi fondamentale invece si basa su calcoli per trovare il valore corretto della società (fair value), attraverso due metodi; quello dei multipli, vale a dire il confronto degli indicatori di redditività con società appartenenti allo stesso settore e il metodo del discount cash flow, ossia l’attualizzazione dei flussi di cassa futuri.