Borsa Italiana utilizza i cookie per una migliore gestione del sito. I cookie utilizzati per fini statistici sono già stati impostati. Per ulteriori dettagli e per informazioni su come gestire i cookie, si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy ed ai cookie.

  
English not available
Sotto la Lente

Lo Stacco delle Cedole



Il Metodo del "Corso Tel Quel" e quello del "Corso secco"



24 Lug 2009 - 10:44

Le società commerciali distribuiscono i proventi della loro attività ai soci mediante i dividendi. Nel caso delle società per azioni quotate in borsa, l'attribuzione del dividendo agli azionisti genera una flessione del prezzo del titolo corrispondente all'importo del dividendo unitario. Questa anomalia è causata dal metodo di quotazione delle azioni, il cosiddetto "Corso Tel cedole introQuel".

In base a questo metodo, il prezzo di un titolo comprende tutti i diritti accessori: dividendi in maturazione e/o diritti di opzione o assegnazione, oppure il rateo di interesse nel caso delle obbligazioni. Al momento dell'attribuzione del dividendo il valore di questo ultimo deve quindi essere separato dal prezzo dell'azione, con conseguente perdita del titolo in borsa. Successivamente, di norma tre giorni lavorativi dopo quello dello stacco, il valore del dividendo viene pagato all’azionista.

Al metodo del Corso Tel Quel si contrappone quello del "Corso Secco", utilizzato sui mercati regolamentati italiani per la quotazione di obbligazioni, titoli di stato e ABS. In questo caso il prezzo di quotazione del titolo non comprende i diritti accessori, ma solo il capitale del titolo stesso. Di conseguenza il prezzo del titolo non subisce alcun cambiamento in occasione dello stacco della cedola dato che questa ultima non è inclusa nel prezzo stesso.

Apparentemente quindi la quotazione a Corso Secco risulta più lineare (non genera le discontinuità di prezzo visibili in occasione degli stacchi dei dividendi sul mercato azionario) ma è bene far notare che la quotazione espressa con questo metodo non rappresenta il prezzo pagato in fase di negoziazione. Il prezzo pagato dall'acquirente (e incassato dal venditore) è infatti dato dal prezzo di mercato del titolo più il rateo di interessi maturati dall'ultimo stacco fino al giorno dell'acquisto.

La ragione è abbastanza semplice: il possessore non venderebbe mai il titolo a prezzo "secco", magari pochi giorni prima dello stacco della cedola, con il risultato di non godere degli interessi maturati fino a quel momento, interessi di cui beneficerebbe solo l'acquirente. Questo artificio non è necessario per le azioni (e per tutti gli strumenti quotati sui mercati regolamentati italiani fatta eccezione per obbligazioni, titoli di stato e ABS) in quanto il prezzo di mercato incorpora i diritti maturati.

Lo stacco delle cedole può avvenire in un’unica occasione (cedola annuale unica), oppure in diverse tranche: nei titoli di stato la cedola è di norma semestrale. Nei titoli azionari lo stacco del dividendo è annuale, ma ultimamente si sta diffondendo, soprattutto tra le società più grandi, lo stacco in autunno di un acconto sul dividendo relativo all’esercizio in corso, per poi provvedere al saldo la primavera successiva.

cedole scheda

 

Disclaimer
La rubrica Sotto La Lente è a cura di

message

Le Infografiche sono a cura di


Centimetri


Appuntamenti economici della settimana
Eventi attesi dal 20 al 24 ottobre

Commerzbank AG
20 Ottobre - Up to 6000 certificates of 2014/2016 relating to the performance of FTSE MIB Index



Le famiglie fanno fatica a pagare debiti e bollette
Pesano le rate di prestiti, mutui ma anche il saldo delle bollette per le utenze domestiche


Tassa rifiuti, esplosa in quattro anni
Crescita incontrollata per la tassa rifiuti che aumenta la pressione fiscale sulle famiglie


 


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.