Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Sotto la Lente

Cassa Depositi e Prestiti

17 Lug 2009 - 10:05

Si occupa del finanziamento degli investimenti statali



Cos è?

Cassa Depositi e Prestiti è una società per azioni controllata dallo Stato italiano.

Nata a Torino nel 1850: la sua funzione era inizialmente quella di ricevere depositi quale “luogo di fede pubblica”.

Nel 1857 un Regio Decreto ha allargato l’ambito di attività anche al finanziamento degli Enti pubblici.cassa depositi prestiti

I libretti di risparmio postale vengono introdotti nel 1875, utilizzati dall’Istituto per il finanziamento degli investimenti in opere pubbliche e per l'ammortamento dei debiti pregressi da parte degli Enti locali.

L’altro strumento di risparmio postale, il Buono fruttifero viene usato dal 1924.

Nel 1983 iniziò il processo di separazione della Cassa depositi e prestiti dallo Stato, che si è concluso il 12 dicembre 2003 con la trasformazione in Società per azioni (CDP Spa), uscendo così e dalla Pubblica Amministrazione.

Composizione

L’azienda è ora amministrata da un CdA composto da nove membri (integrato da altri cinque membri solamente nei casi di finanziamenti garantiti dallo Stato).

Per quanto concerne la struttura azionaria, il Ministero dell’Economia e delle Finanze possiede il 70% delle azioni, mentre il restante 30% è in mano ad oltre 60 Fondazioni di origine bancaria, sotto forma di azioni privilegiate. 

Le due principali attività della CDP sono:

  • la gestione separata:  si occupa del finanziamento degli investimenti statali (Stato, Regioni, Province, Comuni  e altri Enti pubblici);
  • la gestione ordinaria: riguarda la distribuzione di fondi per progetti che non rientrano nei requisiti della gestione separata.

La raccolta di fondi per finanziare le attività di gestione separata avviene soprattutto attraverso l'emissione di Buoni Fruttiferi Postali e Libretti di Risparmio, che godono della garanzia diretta dello Stato, alla stessa stregua di Bot, Cct e Btp. La Cassa può inoltre emettere Covered Bonds.

La Cassa Depositi e Prestiti può servirsi della raccolta postale anche per finanziare direttamente infrastrutture e operazioni a sostegno dell'economia che nella loro realizzazione coinvolgono aziende private. Tali progetti devono soddisfare quattro requisiti vincolanti:

1) devono essere promossi da soggetti pubblici;

2) devono essere di interesse generale;

3) devono presentare adeguato merito di credito;

4) devono offrire sostenibilità economico-finanziaria.

Al di fuori di tali 4 caratteristiche, la Cassa Depositi e Prestiti può finanziare aziende, infrastrutture e progetti attingendo alla raccolta ordinaria, non garantita dallo Stato. La separazione contabile e organizzativa, imposta dalla Legge, tra "gestione separata" (raccolta garantita dallo Stato) e "gestione ordinaria" (raccolta non garantita dallo Stato) rende compatibile l'attività della Cassa Depositi e Prestiti con la normativa in materia di aiuti di Stato.

La Cassa Depositi e Prestiti ha, recentemente, intrapreso altre attività come la partecipazione a fondi di private equity, destinati alle infrastrutture nazionali e internazionali, e la valorizzazione del patrimonio immobiliare pubblico.

Il portafoglio azionario della Cassa Depositi e Prestiti è ora composto da società quotate, non quotate e da quote di fondi di private equity.

cassa depositi prestiti