Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

“Conversazioni in Borsa - Incontri con i Protagonisti”.

E' una serie di incontri volti a coinvolgere la business community italiana in una discussione sui principali  temi del nostro tempo.

La riflessione e il confronto sono centrali per un mercato che sia luogo di scambio di idee oltre che piazza finanziaria, che stimoli innovazione e crescita per le aziende e ridia fiducia al paese; per questo verranno invitati a Palazzo Mezzanotte con cadenza periodica esponenti di primo piano  del mondo dell’economia, della finanza, della cultura e della società italiana.

In questa sezione potrete trovare i passaggi più rilevanti di ciascuna Conversazione, interviste esclusive ai protagonisti, immagini degli eventi.

Conversazioni in Borsa è organizzato in partnership con The Ruling Companies.

13 marzo 2017
Carlo Rubbia
Premio Nobel per la fisica e Senatore a vita

 

"Quale energia per il futuro del nostro pianeta"

Attraverso un quadro complessivo del nostro pianeta, dalla sua nascita ai giorni nostri, il Professor Rubbia ha spiegato come sia possibile, oltre che doveroso, superare la consueta contrapposizione tra combustibili fossili ed energie rinnovabili, ancora troppo costose.

18 aprile 2016
Mario Monti
Senatore a vita e Presidente dell'Università Bocconi

 

"Il futuro dell'integrazione europea"

L'obiettivo della politica, secondo l'ex commissario europeo, dovrebbe essere quello di favorire l'integrazione tra gli Stati membri evitando in primis le spinte alla frammentazione e al particolarismo.

23 novembre 2015
Ferruccio De Bortoli
Già direttore de Il Sole 24 Ore e Il Corriere della Sera

 

"Una vita nel giornalismo"

Il ruolo del giornalismo nell’era dell’informazione “fai-da-te” . Cosa significa essere un giornalista responsabile e indipendente oggi? Ferruccio de Bortoli ribadisce l’importanza fondamentale della stampa nel processo democratico e la figura chiavedel giornalista come mediatore tra le fonti e il lettore.

 

27 novembre 2014
Franca Sozzani
Editor in Chief di Vogue Italia

"Creatività e Innovazione"

Creatività e innovazione sono fattori chiave del successo, soprattutto nel campo della moda e del design. Ma secondo Franca Sozzani occorre investire di più sul talento giovanile se si vuole competere a livello globale.

 

26 maggio 2014
Sabino Cassese
Giudice della Corte Costituzionale

"Chi garantisce la governance del mondo?"

In un mondo sempre più globalizzato, le singole risposte degli Stati nazionali ai problemi mondiali non bastano più, occorre ripensare allo scenario politico in maniera nuova.

 

5 febbraio 2014
Romano Prodi
Già Presidente del Consiglio

"Un quadro mondiale in movimento (e noi?)"

Il nuovo ruolo degli Stati Uniti, la crescita dei Paesi emergenti, la rinascita della Russia, la difficile governance europea. Romano Prodi, in una riflessione che spazia dalla geopolitica alla sociologia, sprona alla reazione l’immobilismo italiano, responsabile dell’assenza del Paese nello scacchiere mondiale.

 

25 settembre 2013
Livia Pomodoro
Presidente del Tribunale di Milano

"Giustizia e società"

Sebbene il pensiero di molti, suffragato dalla Costituzione, sia che la giustizia debba essere isolata da qualunque altro potere, Pomodoro dimostra, portando a testimonianza il proprio operato, che i tempi attuali richiedono una profonda interazione tra gli organi di amministrazione della giustizia, le istituzioni e la società civile in senso lato.

 

4 giugno 2013
Giuseppe De Rita
Presidente CENSIS e sociologo

"Crisi della sovranità nell'Italia di oggi"

Dove risiede veramente la sovranità oggi? È ancora nelle mani dello Stato? Secondo Giuseppe de Rita, un potere politico nazionale deve essere in grado di evolversi per rispondere opportunamente ai problemi che la crisi economica pone alle comunità. Quale sarà dunque il futuro delle istituzioni tradizionali?