Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Innovation

Le aziende italiane che ispirano l’Europa

The Van  15 Dic 2016 - 14:30

Come ogni anno, London Stock Exchange Group ha individuato le mille aziende migliori in Europa per performance di crescita, posti di lavoro creati e sostenibilità economica.



L’Europa, si sa, è nata in Italia. Nel nostro Paese, infatti, è stato firmato il trattato di Roma, che nel 1957 ha dato vita alla Comunità economica europea. Da quel momento, siamo diventati un punto di riferimento del Vecchio continente. Anche in campo economico. Un’ulteriore conferma arriva dal London Stock Exchange Group, cui appartiene anche Borsa Italiana – che di recente ha stilato il report 1000 Companies to Inspire Europe.

In pratica, si tratta di uno studio teso a dare evidenza alle realtà aziendali che rappresentano un benchmark per il mercato, selezionando quelle con un maggiore potenziale di sviluppo e che hanno registrato una crescita consistente di fatturato e occupazione negli ultimi anni. A queste realtà è stata offerta la possibilità di partecipare al roadshow di ELITE (piattaforma di servizi dedicata alle imprese eccellenti ad alto potenziale di crescita), un tour itinerante in cinque tappe, partito a fine agosto da Stoccolma e che si concluderà a gennaio 2017 a Parigi, con l’obiettivo di presentare alle aziende selezionate gli strumenti a supporto del loro business.

ispiratrici1

L’Italia che innova

Tra queste mille eccellenze, quindi, ben 110 sono italiane. Tra di esse figurano nomi forse poco conosciuti, ma eccellenti nei rispettivi settori: ad esempio Aec Illuminazione, Antica Ceramica Rubiera, Cantieri Italiani, Digimax, Idrofoglia, Fertitecnica Colfiorito e tante altre ancora.

Nel lungo elenco delle eccellenze italiane ci sono realtà del food come Caffo, la storica distilleria calabrese che produce oltre 2mila ricette di liquori, tra cui il più noto è senz’altro il Vecchio Amaro del Capo, e le Cantine San Marzano, una cooperativa costituita nel cuore della Puglia da oltre 1.200 viticoltori dalla cui passione nascono vini apprezzati in Italia e nel resto del mondo.

È impossibile citare tutte queste realtà in un solo articolo, ma ci sono alcune che suscitano una naturale curiosità: ad esempio Colmar, il brand di abbigliamento che dal 1923 produce capi e accessori dedicati agli amanti della montagna e dello sport, ed Elite, che da oltre 30 anni si occupa di prodotti tecnologici all’avanguardia per gli appassionati della bicicletta.

E poi c’è Marmi Carrara, che porta avanti una tradizione ultrasecolare nell’estrazione del marmo, e A.Abete, leader nelle aerostrutture per la costruzione di componenti di fusoliere dei principali operatori a livello internazionale. Nel retail, infine, eccelle un marchio tutto italiano di calzature, Primadonna, azienda fondata nel 2001 che oggi conta su oltre 290 punti vendita e un fatturato che nel 2015 ha superato gli 80 milioni di euro.

ispiratrici2

Il quadro italiano: manifatturiero e food

Ma che tipo di aziende sono, quindi? Per quanto riguarda la distribuzione settoriale, la maggioranza (76%) opera nel manifatturiero, mentre il 17% nel food, altra industry chiave del mercato italiano come ha dimostrato l’esperienza di successo di Expo 2015. In percentuali minori la parte restante è suddivisa tra una molteplicità di settori, dalla vendita al dettaglio all’abbigliamento, dalla logistica alle telecomunicazioni passando per l’elettronica, a dimostrazione dell’estrema ricchezza e varietà dell’imprenditoria italiana. Con riferimento alle performance delle aziende italiane inserite in questo report, la crescita media annua rilevata è risultata pari al 34% con ricavi medi intorno ai 55 milioni di euro, mentre il tasso di creazione dei posti di lavoro ha toccato il 41%.

ispiratrici3