Borsa Italiana utilizza i cookie per una migliore gestione del sito. I cookie utilizzati per fini statistici sono già stati impostati. Per ulteriori dettagli e per informazioni su come gestire i cookie, si invita a consultare la nostra policy relativa alla privacy ed ai cookie.

  
English not available
space
space
space
Finanza Etica
Borsa Italiana Università Commerciale Luigi Bocconi
space
space
space
space

Fondi etici Eurizon

space

Nel giugno del 2007, La Banca Sanpaolo Imi ha lanciato il fondo Sanpaolo Obbligazionario Etico, che dal 27 aprile 2008 si è trasformato in Eurizon Obbligazionario Etico. Della stessa famiglia fanno parte anche i fondi Eurizon Diversificato Etico (già Nextra Equilibrio SR) ed Eurizon Azionario Internazionale Etico.
Eurizon Obbligazionario Etico, in particolare, punta a una crescita di capitali in un periodo medio-lungo, con un grado di rischio compreso tra medio e alto. La durata media finanziaria è compresa tra i 3 e i 7 anni.
Eurizon Diversificato Etico è un fondo di tipo obbligazionario misto che punta a una moderata crescita del capitale investito nel rispetto di principi etici, con un orizzonte temporale di medio periodo e un grado di rischio compreso tra medio e medio-alto. La durata media finanziaria del Fondo è tendenzialmente compresa tra 1 e 4 anni.
Eurizon Azionario Internazionale Etico è un fondo di tipo azionario che persegue finalità di crescita significativa del capitale investito nel rispetto di principi etici, con un orizzonte temporale di lungo periodo ed un grado di rischio compreso tra alto e molto alto.
Ognuno di questi fondi durerà fino al 31 dicembre 2050.

La sottoscrizione del fondo prevede un versamento in un’unica soluzione pari a 500 €, oppure si possono fare dei versamenti rateali nell’ambito di un piano pluriennale di investimento versando inizialmente 50 euro.

Tutti i fondi della famiglia “etico” sono stati creati allo scopo di aumentare nel tempo il valore del capitale raccolto investendo secondo principi etici. I partecipanti al fondo, infatti, possono decidere di donare parte dei ricavi a enti o associazioni benefiche e la stessa Società di Gestione del Risparmio finanzia progetti umanitari devolvendo parte della commissione di gestione percepita sui Fondi del Sistema Etico. Una parte del fondo viene utilizzata solo per finanziare investimenti che abbiano scopi umanitari o sociali, il resto viene investito in emittenti che al momento dell’investimento non presentino criteri negativi e siano invece in possesso di uno o più criteri positivi. Vengono considerati criteri negativi di un’emittente, nel caso in cui si consideri uno Stato, la presenza di un regime oppressivo o il coinvolgimento in azioni militari non condotte da organizzazioni sopranazionali, nel caso in cui si consideri una società,  la produzione di armi, tabacco, alcolici, organismi geneticamente modificati e prodotti lesivi della dignità del uomo e dalla sua salute. Sono invece considerati criteri positivi, la tutela dei diritti dell’uomo, interventi a sostegno di paesi non sviluppati o colpiti da guerre e catastrofi naturali, l’impegno a dirimere situazioni di conflitto e a creare le condizioni per un dialogo stabile e pacifico tra gli Stati ed i Popoli, nel caso in cui l’emittente sia uno Stato. Invece, nel caso in cui l’emittente sia una società, sono considerati criteri positivi la tutela dell’ambiente, l’attività a sostegno del miglioramento della qualità della vita, della salute e sicurezza dei lavoratori e dei prodotti.

Il Consiglio di Amministrazione della Sgr si avvale del supporto di un Comitato di Sostenibilità per assicurare che le scelte di investimento vengano fatte secondo i principi etici contenuti nello statuto della SGR stessa. Il Comitato è autonomo rispetto alla SGR e a sua volta ricorre a banche dati internazionali per esprimere le proprie opinioni circa l’eticità degli interventi.
Nel caso in cui in un momento successivo all’investimento il giudizio nei confronti dell’emittente dovesse variare, la SGR provvederà a ridurre ed entro 6 mesi ad azzerare gli investimenti negli strumenti finanziari di tali emittenti, salvaguardando gli interessi dei risparmiatori.

Tutti i Fondi tranne Obbligazionario Etico sono del tipo ad accumulazione perciò i proventi realizzati non vengono distribuiti ai partecipanti, ma restano compresi nel patrimonio del Fondo. La SGR ogni anno, al 31 dicembre, provvede alla distribuzione ai partecipanti di almeno l’80% dei ricavi costituiti dai proventi da investimento (interessi, dividendi ed altri proventi) su strumenti finanziari quotati e non quotati.

 


space

Bocconi



space
Ultimo aggiornamento:  26 Maggio 2010 - 14:54

space


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.