Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

L’ammissione alla quotazione degli OICR aperti diversi dagli ETF è regolata dall’articolo 2.4.1 del Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana S.p.A. che prevede l'invio della domanda di ammissione da parte dell'emittente a Borsa Italiana corredata della documentazione richiesta nelle Istruzioni.
Entro un termine massimo di due mesi dal giorno in cui l’emittente ha completato la documentazione richiesta, Borsa Italiana delibera e comunica all'emittente l'ammissione o il rigetto della domanda, dandone contestuale comunicazione alla Consob.
Il termine di due mesi può essere interrotto da Borsa Italiana qualora emerga la necessità di acquisire nuove informazioni e documenti.
L’ammissione si perfeziona allorché Borsa Italiana, accertata la messa a disposizione del pubblico del prospetto informativo, stabilisce la data di inizio delle negoziazioni e il segmento di mercato nel quale verrà negoziato il fondo. Il pubblico è informato mediante Avviso di Borsa.

a) Requisiti e processo di quotazione

L'articolo 2.2.35 del Regolamento dei Mercati Organizzati e Gestiti da Borsa Italiana (di seguito il “Regolamento”) definisce i requisiti di ammissione alla quotazione degli OICR aperti diversi dagli ETF. Il modello della domanda per l'ammissione e la documentazione da allegarvi, parte integrante della domanda, possono essere trovati nelle Istruzioni al Regolamento dei Mercati.

  1. Possono essere ammessi alla quotazione le quote o azioni di OICR aperti diversi dagli ETF a condizione che siano conformi alla Direttiva 2009/65/CE e per i quali il prospetto preveda la quotazione in un mercato regolamentato.
  2. Per l’ammissione degli OICR aperti diversi dagli ETF è richiesta la presenza di un operatore incaricato, che si impegna ai sensi dell’articolo 4.3.11 del Regolamento. Nei casi di cessazione del rapporto per qualsiasi causa deve esserne data comunicazione scritta a Borsa Italiana, secondo le modalità previste nelle Istruzioni per l’operatore specialista del mercato ETFplus.

Requisiti informativi

Ai sensi dell’articolo 2.6.2 comma 6 del Regolamento e dell’articolo IA.2.1.11 delle Istruzioni l’emittente di ETF deve comunicare a Borsa Italiana entro le ore 17.00 del giorno di borsa aperta successivo al giorno di negoziazione:

a) Il valore della quota o azione (NAV)
b) Il numero di quote o azioni in circolazione

b) Corrispettivi per la quotazione

Borsa Italiana ha introdotto un sistema di pricing che premia la volontà degli emittenti di fondi aperti di essere presenti sul mercato ETFplus.

Scarica il documento di dettaglio del nuovo sistema di pricing

Ultimo aggiornamento:  4 Novembre 2015 - 09:07