Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

A partire dal primo dicembre 2014, ai segmenti già esistenti del mercato ETFplus si è aggiunto un nuovo segmento dedicato alla negoziazione dei fondi aperti.

Gli strumenti finanziari quotati sono quindi ripartiti nei seguenti segmenti di mercato:

a) “segmento ETF indicizzati”;
b) “segmento ETF strutturati”;
c) “segmento ETF a gestione attiva”;
d) “segmento strumenti finanziari derivati cartolarizzati (ETC/ETN)”;
e) “segmento OICR aperti”.

La ripartizione nei segmenti viene effettuata sulla base delle caratteristiche degli strumenti finanziari secondo i criteri di seguito riportati:

a) “segmento ETF indicizzati” ripartito nelle seguenti classi:
- classe 1: ETF il cui indice di riferimento sia di tipo obbligazionario;
- classe 2: ETF il cui indice di riferimento sia di tipo azionario.

b) “segmento ETF strutturati” ripartito nelle seguenti classi:
- classe 1: ETF strutturati senza effetto leva;
- classe 2: ETF strutturati con effetto leva.

c) “segmento ETF a gestione attiva” ripartito nelle seguenti classi:
- classe 1: ETF a gestione attiva di tipo obbligazionario;
- classe 2: ETF a gestione attiva di tipo azionario;
- classe 3: ETF a gestione attiva strutturati.

d) “segmento strumenti finanziari derivati cartolarizzati (ETC/ETN)” ripartito nelle seguenti classi:
- classe 1: strumenti finanziari derivati cartolarizzati (ETC/ETN) senza effetto leva;
- classe 2: strumenti finanziari derivati cartolarizzati (ETC/ETN) con effetto leva massimo pari a 2;
classe 3: strumenti finanziari derivati cartolarizzati (ETC/ETN) con effetto leva superiore a 2.

e) “segmento OICR aperti”, in cui sono negoziate quote o azioni di OICR aperti diversi dagli ETF.

A differenza di tutti i segmenti già esistenti (dedicati ad ETF, ETF strutturati, ETF a gestione attiva e ETC/ETN) che sono caratterizzati da una negoziazione in tempo reale, il nuovo segmento dedicato ai fondi aperti presenta caratteristiche e peculiarità proprie: le negoziazioni si svolgono in asta dalle 8.00 – 11.00.
Durante la fase di pre-asta (dalle 8.00 alle 10.55) gli operatori possono inserire, modificare o cancellare gli ordini: possono inserire proposte in acquisto e vendita indicando esclusivamente le quantità (non sono ammessi decimali).
Sono ammessi solo ordini al meglio (market order) con validità giornaliera (day): a differenza di quanto avviene per gli ordini immessi sugli altri segmenti di ETFplus gli operatori non devono inserire il prezzo (la piattaforma mostrerà un “prezzo convenzionale” pari ad 1€).
Durante gli ultimi 5 minuti della pre-asta (dalle 10.55 alle 11) può operare solo l’Operatore Incaricato che inserisce ordini (non anonimi) a coprire l’eventuale differenziale, tra i quantitativi in acquisto e i quantitativi in vendita presenti sul mercato. In casi eccezionali, qualora l’operatore incaricato non soddisfi il quantitativo differenziale, le proposte ineseguite sono cancellate.
Chiusa questa fase i contratti vengono eseguiti ad un prezzo “convenzionale”. L’abbinamento in asta segue la sola priorità temporale di inserimento degli ordini. Eventuali proposte non evase al termine dell’asta sono cancellate dal book di negoziazione (non sono ammessi ordini persistenti cioè con durata superiore alla giornata).
Il giorno successivo alla conclusione dei contratti, gli emittenti dei fondi quotati hanno l’obbligo di inviare a Borsa Italiana entro il cut-off time (5:00 p.m.) il NAV (in Euro) del giorno T di ogni fondo per la valorizzazione dei contratti eseguiti in T.
Questi contratti, valorizzati al NAV, saranno liquidati in Monte Titoli il terzo giorno successivo alla conclusione dei contratti (T+3).