Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 

Market Maker

Gli operatori market maker svolgono un ruolo rilevante sul mercato IDEM, contribuendo all'incremento della liquidità del mercato e migliorando l'efficienza del processo di price discovery.

I market maker hanno obblighi di quotazione relativi a serie, scadenze (sulle quali il market maker ha obblighi di quotazione), quantità minima (di contratti oggetto della quotazione), spread massimo consentito (determinato come differenza massima ammissibile tra il prezzo della proposta in acquisto e il prezzo della proposta in vendita) e tempo (per il ripristino delle quotazioni dopo la conclusione di un contratto o per la risposta a richieste di quotazione).

Ad oggi sono presenti sul mercato più di 20 market maker che quotano su base continuativa o rispondono alle richieste di quotazione. L'elenco degli operatori market maker e relativa attività è disponibile sul sito di Borsa Italiana.


TIPOLOGIE DI MARKET MAKER

Subordinatamente al possesso di requisiti professionali e tecnologici necessari per l'adempimento dell'attività di market making, ogni partecipante al mercato IDEM  può fare domanda di ammissione come market maker scegliendo tra quattro differenti status di market making:

  • Primary Market Maker (PMM): obbligo di quotazione su base continuativa, disponibile per opzioni e futures, inclusi quelli sull'energia elettrica
  • Market Maker (MM): obbligo di ripondere alle richieste di quotazione, disponibile per le opzioni e per i futures su energia elettrica
  • Liquidity Provider (LP): obbligo di quotazione su base continuativa, disponibile per le opzioni e per i futures su energia elettrica
  • Designated Market Maker (DMM): obbligo di quotazione su base continuativa

L'intermediario può altresì fare domanda di ammissione come "specialista" se la società intende utilizzare un'altra società (appartenente allo stesso gruppo e autorizzata a negoziare nel paese di origine), al fine di performare attività di quotazione.

Gli specialisti possono scegliere tra tre status di market making:

  • Primary Specialista (PS): obbligo di quotazione su base continuativa, stessi obblighi del PMM
  • Specialista (S): obbligo di rispondere alle richieste di quotazione, stessi obblighi del MM
  • Liquidity Provider Specialista (LPS): obbligo di quotazione su base continuativa, stessi obblighi del LP
  • Designated Specialista (DS): obbligo di quotazione su base continuativa


 OPZIONI SULL'INDICE  FTSE MIB

Sul mercato IDEM sono listate opzioni sull'indice FTSE MIB con scadenza fino a 5 anni.
I market maker e gli specialisti sui contratti di opzione sull'indice FTSE MIB devono quotare rispettando i seguenti obblighi.

Obblighi

PMM/PS

MM/S 

LP/LPS 

DMM 

Scadenze

Prime 7 scadenze (2 mensili, 4 trimestrali e la prima semestrale fino a 18 mesi)

Tutte le 12 scadenze listate (fino a 5 anni)

Prime 4 scadenze (2 mensili e 2 trimestrali, fino a 6 mesi)

Prima scadenza  e dal giovedì anche la scadenza della settimana successiva

Serie

5 serie call e put in un gruppo di 9 serie centrate sulle serie at-the-money. 

Tra il nono e il quinto giorno di trading prima della data di scadenza, gli obblighi sulla scadenza più vicina passano su 3 serie call e put. 

Gli obblighi di quotazione per la scadenza più vicina cessano il quarto giorno di negoziazione prima della scadenza stessa. 

Tra il nono e il quinto giorno di trading prima della data di scadenza, gli obblighi sulla scadenza più vicina passano su 3 serie call e put.

Le serie at-the-money, le prime 5 serie out-of-the-money e le prime 5 serie in-the-money.

Il quinto e il sesto giorno di negoziazione prima della data di scadenza, gli obblighi passano sulla serie at-the-money, le prime 2 serie in-the-money e le prime 2 serie out-of-the-money. 

5 serie call e 5 serie put in un gruppo di 9 serie centrate sulle serie at-the-money.

Tra  il nono e il quinto giorno di negoziazione  prima della data di scadenza gli obblighi per la scadenza più vicina passano sulle 3 serie call e put.  

Gli obblighi di quotazione per la scadenza più vicina cessano il quarto giorno di negoziazione prima della scadenza stessa. 

Fino al mercoledì precedente il giorno di scadenza: 7 serie consecutive all'interno di un intervallo di prezzi d'esercizio definito dalla serie at-the-money, da una serie in-the-money e da 7 serie out-of-the-money

Per il giovedì precdente il giorno di scadenza: 5 serie consecutive all'interno di un intervallo di prezzi d'esercizio definito dalla serie at-the-money, da una serie in-the-money e da 5 serie out-of-the-money

Quantità 15 contratti per le prime 3 scadenze  consecutive, 10 contratti per la quarta, la quinta e la sesta scadenza, 5 contratti per la settima scadenza. 10 contratti  per tutte le scadenze 15 contratti per le prime tre scadenze consecutive, 10 contratti per la quarta scadenza.

10 contratti fino al mercoledì precedente il giorno di scadenza, 5 contratti per il giovedì antecedente il giorno di scadenza

Spread Spread dipendente dal prezzo denaro Spread dipendente dal prezzo denaro e dalla scadenza Spread dipendente dal prezzo denaro Spread dipendente dal prezzo denaro
Tempo Obbligo di quotazione continua con un tempo massimo per ripristinare la quotazione pari a 2 minuti. Obbligo di rispondere alle richieste di quotazione entro 2 minuti e di mantenere la quotazione su orderbook per 30 secondi. Obbligo di quotazione continua con un tempo massimo per ripristinare la quotazione pari a 2 minuti. Obbligo di quotazione continua con un tempo massimo per ripristinare la quotazione pari a 2 minuti.
Orario di quotazione 9.30-17.25 9.30-17.25 9.30-17.25 9.30-17.25
Epsilon di riferimento 90% 80% 90% 90%


Obblighi di spread per i contratti di opzione su indice FTSE MIB

I market maker e gli specialisti, esponendo prezzi in denaro e in lettera, devono rispettare i seguenti obblighi di spread per le opzioni aventi scadenza fino a 12 mesi.

Prezzo denaro   (punti indice)

 Spread(punti indice)

da 1 a 202

30

da 202 a 505

50

da 505 a 1.000

100

da 1.005 a 2.000

150

da 2.005 a 4.000

300

maggiore di 4.000

450

I market maker e gli specialisti, esponendo prezzi in denaro e in lettera, devono rispettare i seguenti obblighi di spread per le opzioni aventi scadenza oltre i 12 mesi.

Prezzo denaro   (punti indice)

 Spread(punti indice)

da 1 a 500

75

da 505 a 1.000

150

da 1.005 a 2.000

250

da 2.005 a 4.000

500

da 4.005 a 6.000

750

maggiore di 6.000

1.000

Obblighi di spread per i contratti di opzione settimanale su indice FTSE MIB

I market maker e gli specialisti, esponendo prezzi in denaro e in lettera, devono rispettare i seguenti obblighi di spread fino al mercoledì antecedente la scadenza

Prezzo denaro   (punti indice)

 Spread(punti indice)

da 0 a 50

10

da 50 a 100

20

da 100 a 300

30

da 300 a 500 

40

da 500 a 800

50

da 800 a 4000

50

maggiore di 4.000

100

I market maker e gli specialisti, esponendo prezzi in denaro e in lettera, devono rispettare i seguenti obblighi di spread il giovedì antecedente la scadenza

Prezzo denaro   (punti indice)

 Spread(punti indice)

da 0 a 50

20

da 50 a 100

40

da 100 a 300

60

da 300 a 500

80

da 500 a 800

100

da 800 a 4.000

120

maggiore di 4.000

200


 OPZIONI SU AZIONI

I  contratti più liquidi dell'IDEM compongono il cosiddetto"Focus Group". Al fine di garantire attività di quotazione su tutti i contratti listati sul mercato IDEM, ai market maker e agli specialisti viene richiesto di sottoscrivere obblighi rispetto ad un numero minimo di contratti. Alcuni di questi contratti devono essere scelti tra quelli che compongono il Focus Group; per questi contratti gli obblighi in termini di quantità da quotare sono maggiori rispetto a quelli degli altri sottostanti.

Obblighi PMM/PS MM/S  LP/LPS
Numero di sottostanti Almeno 20 contratti, tra i quali tutti i componenti del "Focus Group" Almeno 5 contratti Almeno 1 contratto
Scadenze Le prime 4 scadenze (2 mensili e 2 trimestrali, fino a 6 mesi). Per i contratti che compongono il Focus Group, gli obblighi sono sulle prime 6 scadenze Tutte le 6 scadenze (fino a 1 un anno), più le 4 scadenze semestrali per le long option listate. Le prime 4 scadenze (2 mensili e 2 trimestrali, fino a 6 mesi)
Serie 4 serie call e put in un gruppo di nove serie centrate sulle serie at-the-money. La at-the-money, le prime 5 serie out-of-the-money e le prime 5 serie in-the-money per scadenze fino ad un anno, la at-the-money, le prime 5 serie out-of-the-money e le prime 2 serie in-the-money per scadenze da 1 fino a 3 anni. 4 serie call e put in un gruppo di nove serie centrate sulle serie at-the-money.
Tra il nono e il quinto giorno di negoziazione prima della data di scadenza gli obblighi sulla scadenza più vicina passano su 3 serie call e put.  Il quinto e il sesto giorno di negoziazione prima della data di scadenza, gli obblighi sulla scadenza più vicina passano sulla serie at-the-money, le prime 2 serie in-the-money e le prime 2 serie out-of-the-money.  Tra il nono e il quinto giorno di negoziazione prima della data di scadenza gli obblighi sulla scadenza più vicina passano su 3 serie call e put. 
Gli obblighi di quotazione sulla scadenza più vicina cessano dal quarto giorno di negoziazione antecedente la scadenza stessa.   Gli obblighi di quotazione sulla scadenza più vicina cessano dal quarto giorno di negoziazione antecedente la scadenza stessa.
Quantità Dipendente dal singolo contratto. Per i componenti del Focus Group gli obblighi sono maggiori, e dimezzati sulla quarta, quinta e sesta scadenza. 40 contratti per i contratti che compongono il "Focus Group", 20 contratti per tutti gli altri sottostanti e per le opzioni con scadenza oltre i 12 mesi. Dipendente dal singolo contratto. Per i componenti del Focus Group gli obblighi sono maggiori, e dimezzati sulla quarta scadenza.
Spread Diverse tabelle di spread a seconda del prezzo del sottostante e dipendente dal prezzo denaro. Diverse tabelle di spread a seconda del prezzo del sottostante e dipendente dal prezzo denaro e dalla scadenza.  Diverse tabelle di spread a seconda del prezzo del sottostante e dipendente dal prezzo denaro.   
Tempo Obblighi di quotazione continua con un  tempo massimo per ripristinare la quotazione pari a 2 minuti. Obbligo di rispondere alle richieste di quotazione entro 2 minuti e di mantenere la quotazione su orderbook almeno 15 secondi. Obblighi di quotazione continua con un  tempo massimo per ripristinare la quotazione pari a 2 minuti.
Orario di quotazione 9.30-17.25 9.30-17.25 9.30-17.25
Epsilon di riferimento

85%

80%

85%


Obblighi di spread per i contratti di opzione su azioni

I market maker e gli specialisti, esponendo prezzi in denaro e in lettera, devono rispettare i seguenti obblighi di spread per le opzioni aventi scadenza fino a 12 mesi.

Tabella spread "A"

Massimo spread consentito

0.0005 - 0.2000 0.050
0.2005 - 0.5000 0.080
0.5005 - 1.0000 0.120
Maggiore o uguale a 1.005 0.250

Tabella spread "B"

Massimo spread consentito

0.0005 - 0.2000 0.100
0.2005 - 1.0000 0.150
1.0005 - 2.0000 0.200
Maggiore o uguale a 2.0005 0.500

Tabella spread "C"

Massimo spread consentito

0.0005 - 0.5000 0.150
0.5005 - 2.0000 0.300
2.0005 - 5.0000 0.500
Maggiore o uguale a 5.0005 1.000

Tabella spread "D"

Massimo spread consentito

0.0005 - 0.5000 0.50
0.5005 - 2.0000 1.00
2.0005 - 5.0000 1.50
Maggiore o uguale a 5.0005 2.50

I market maker e gli specialisti, esponendo prezzi in denaro e in lettera, devono rispettare i seguenti obblighi di spread per le opzioni aventi scadenza oltre i 12 mesi.

Tabella spread "A"

Massimo spread consentito

0.0005 - 0.2000 0.100
0.2005 - 0.5000 0.150
0.5005 - 1.0000 0.250
Maggiore o uguale a 1.0005 0.500

Tabella spread "B"

Massimo spread consentito

0.0005 - 0.2000 0.200
0.2005 - 1.0000 0.300
1.0005 - 2.0000 0.400
Maggiore o uguale a 2.0005 1.000

Tabella spread "C"

Massimo spread consentito

0.0005 - 0.5000 0.300
0.5005 - 2.0000 0.600
2.0005 - 5.0000 1.000
Maggiore o uguale a 5.0005 2.000

Tabella spread "D"

Massimo spread consentito

0.0005 - 0.5000 1.00
0.5005 - 2.0000 2.00
2.0005 - 5.0000 3.50
Maggiore o uguale a 5.0005 5.00


Esonero dagli obblighi di quotazione

Borsa Italiana può esonerare temporaneamente gli operatori market maker dagli obblighi di quotazione nei seguenti casi:

  • sospensione delle negoziazioni dello strumento finanziario sottostante il contratto, ovvero sospensione delle negoziazioni di una percentuale di rilievo degli strumenti finanziari componenti l'indice, qualora il sottostante sia costituito da un indice;
  • in presenza di aumenti anomali della volatilità o del differenziale denaro-lettera sullo strumento finanziario sottostante, ovvero in presenza di aumenti anomali della volatilità dell'indice sottostante;
  • in presenza di ogni altra situazione che impedisca il regolare svolgimento dell'attività di market making.

Notifica degli esoreri dall'attività di quotazione sono diffusi in tempo reale sulla piattaforma di trading. Gli esoneri a tempo determinato sono altresì visualizzabili sul sito di Borsa Italiana.

Maggiori dettagli sugli obblighi di quotazione degli operatori market maker e specialisti si trovano all'interno delle Istruzioni al Regolamento di Borsa Italiana S.p.A.


Obblighi di quotazione per opzioni

Ultimo aggiornamento:  13 Febbraio 2017 - 15:31


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.