Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Possono essere ammessi a quotazione securitised derivatives (covered warrants o certificates) emessi da società o enti nazionali ed esteri sottoposti a vigilanza prudenziale, oppure da Stati o Enti sovranazionali.

Il patrimonio di vigilanza dell'emittente deve essere pari almeno a 25 milioni di euro e i suoi sistemi di gestione dei rischi devono essere conformi alle disposizioni di vigilanza prudenziale a cui è sottoposto. Deve inoltre aver pubblicato e depositato i bilanci degli ultimi tre esercizi annuali, di cui almeno l'ultimo sottoposto a revisione contabile. Nel caso gli emittenti di securitised derivatives siano stati oggetto di valutazione da parte di un'agenzia di rating, tale rating dovrà essere comunicato a Borsa Italiana.

Se l'emissione è garantita da un soggetto terzo, Borsa Italiana fa riferimento, per l'ammissione, ai requisiti del garante.

Ultimo aggiornamento:  15 Novembre 2016 - 23:39

Requisiti Emittenti per quotazione di strumenti su SeDeX