Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Comunicati Stampa

Review dei Mercati 2015

30 Dic 2015 - 13:06
Review dei mercati 2015: Borsa Italiana è la prima tra le principali Borse mondiali per performance (FTSE MIB +13.94%)

-       Record di ammissioni dal 2007: 32 di cui 27 IPO

-       Raccolta totale con le nuove IPO: oltre 5,7 miliardi di euro

-       IPO Poste Italiane: maggiore IPO negli ultimi 10 anni per capitale raccolto (più di 3 miliardi di Euro)

-       Confermata la leadership europea per contratti scambiati sui sistemi telematici sia su ETFPlus che sul MOT

-       Indici (al 29 dicembre 2015 da fine 2014): FTSE Italia All Share +16.47%; FTSE MIB +13.94%; FTSE Italia STAR +39.52%

 

I DATI DI MERCATO 2015

(DATI AGGIORNATI al 23 dicembre 2015)

Il 2015 si chiude con 356 società quotate sui mercati di Borsa Italiana.

Nel dettaglio: 282 società sul mercato MTA (di cui 71 STAR) e 74 su AIM Italia.

-       Le nuove ammissioni nel 2015 sono state 32 di cui 27 IPO (dati al 30 dicembre 2015).

o   IPO: 8 su MTA (di cui 5 STAR), 1 su MIV e 18 su AIM Italia.

MTA: Banzai, OVS, Massimo Zanetti Beverage Group, Inwit, Banca Sistema, Aeroporto Guglielmo Marconi di Bologna, Poste Italiane, Openjobmetis.

MIV: Space 2.

AIM Italia: Mobyt, Digitouch, Caleido Group, Clabo, Elettra Investimenti, Cover 50, Biodue, Bomi Italia, Masi Agricola, Assiteca, Piteco, Capital for Progress 1, Giglio Group, Glenalta Food, H-Farm, Gambero Rosso, Blue Financial Communication, Bridge Management.

o   Oltre alle 27 IPO, si aggiungono le ammissioni di:

 Italian Wine Brands, Mondo TV Suisse, LUVE, Banca Mediolanum e il passaggio di FILA da MIV al segmento STAR.

Le IPO erano state 26 nel 2014.

Le società revocate nel 2015 sono state 16.

Si segnala inoltre che l’IPO di Poste Italiane, con un capitale raccolto di

oltre 3 miliardi di Euro, risulta essere la maggiore negli ultimi 10 anni (dal

2006).

-       Nell’anno 2015 il totale della raccolta è stato pari a 9,8 miliardi di Euro da parte di società già quotate o di nuova ammissione. 13 operazioni di aumento di capitale hanno raccolto oltre 4 miliardi di Euro. Le 27 società che si sono quotate sui mercati di Borsa Italiana attraverso Initial Public Offering in fase di collocamento hanno raccolto oltre 5,7 miliardi di Euro.
7 le OPA nel 2015, per un controvalore di 5,4 miliardi di Euro.

-       Al 29 dicembre, l’indice FTSE Italia All Share registra un aumento del +16.47% (max annuale 25.684 il 13 aprile 2015; min 19.270 il 7 gennaio 2015). L’indice FTSE MIB registra un incremento del +13.94%; (max annuale 24.031 il 20 luglio 2015; min 18.123 il 7 gennaio 2015).
All’interno del mercato azionario il segmento STAR si è distinto per una performance più alta rispetto agli indici principali: l’indice FTSE Italia STAR registra infatti una crescita su base annua del +39.52% (max annuale nonché record storico 26.520 il 5 agosto 2015).

-       La capitalizzazione complessiva delle società quotate si attesta a 567,6 miliardi di Euro, in crescita del +17,6% rispetto a fine 2014, pari al 34,8% del PIL.

-       Gli scambi di azioni hanno raggiunto una media giornaliera di 3,2 miliardi di Euro e quasi 282.000 contratti. Complessivamente sono stati scambiati oltre 70,7 milioni di contratti e un controvalore di oltre 801,7 miliardi di Euro. Il massimo giornaliero per controvalore scambiato è stato raggiunto il 24 agosto 2015 con 5,9 miliardi di Euro e 530.325 contratti scambiati.

-       Intesa San Paolo è stata l’azione più scambiata per controvalore, con un totale di 95,2 miliardi di Euro, mentre Unicredit è stata la più scambiata in termini di contratti con 3,9 milioni di contratti.

-       La turnover velocity domestica, l’indicatore che rapportando il controvalore degli scambi alla capitalizzazione segnala il tasso di rotazione annuale delle azioni, è pari a 153,3%.

Confermata la leadership europea per contratti scambiati sui sistemi telematici sia su ETFPlus che sul MOT.

-       Continua la crescita per ETFPlus, il mercato dove vengono negoziati ETF, ETC/ETN e, da febbraio 2015, gli OICR APERTI. Al 23 dicembre gli strumenti quotati sono saliti a 1.101; durante il 2015 sono stati quotati 82 ETF, 56 ETC/ETN, per un totale di 138 nuovi strumenti. Ad un anno dall’apertura del segmento dedicato ai fondi aperti su ETFplus, sono stati raggiunti i 100 strumenti quotati per un totale di 16 emittenti.

Gli Asset Under Management hanno raggiunto quota 43,3 miliardi per gli ETF, mentre l’AUM degli ETC/ETN si attesta a quota 4,4 miliardi e l’AUM degli OICR APERTI a quota 41,6 milioni di Euro.

In data 24 agosto 2015 il mercato ETFPlus ha registrato il record storico per contratti scambiati: 48.864 contratti.

Complessivamente sono stati scambiati 103,6 miliardi di Euro e oltre 4,8 milioni di contratti.

-       Il MOT con 1.113 strumenti complessivamente quotati (118 Titoli di Stato, 309 Obbligazioni e 686 Eurobonds e ABS) a fronte di un totale di 1.107 a fine 2014, ha registrato una media giornaliera di 18.288 contratti e 1,1 miliardi di Euro di controvalore.

-       BTP Italia: L'ottava emissione del BTP Italia nell’aprile 2015 ha raccolto 9,379 miliardi di euro. Dal 2012 sono stati raccolti oltre 100 miliardi di BTP Italia tramite il MOT.

-       Euro TLX: Su Euro TLX sono presenti 5.314 strumenti e sono stati scambiati complessivamente  2.748.514 contratti per un controvalore di 79 miliardi di Euro.

-       Su ExtraMOT sono quotati 777 strumenti. Complessivamente sono stati scambiati oltre 55.601 contratti, per un controvalore di 3,9 miliardi di Euro.
Sul segmento professionale del mercato ExtraMOT sono quotati complessivamente 126 strumenti, di cui 100 obbligazioni il cui ammontare emesso è inferiore a 30 milioni di Euro. Nel corso dell’anno 2015 fino al 23 dicembre sono stati ammessi 58 strumenti. Le 42 società emittenti dei nuovi strumenti ammessi a quotazione hanno raccolto oltre 840 milioni di Euro al momento dell’ammissione, di cui 328,5 milioni in strumenti il cui valore nominale complessivo è inferiore a 30 milioni di Euro.

-       SeDeX: Nel 2015 i volumi in forte in crescita hanno riportato il mercato ai livelli più alti dal 2008 ad oggi e ai primi posti in Europa. Il numero di strumenti quotati si assesta a 5.563, in aumento rispetto ai 4.172 di fine anno 2014. Gli scambi di covered warrant e certificates sono stati interessati da una decisa crescita di contratti e controvalore. La media giornaliera è salita a 133,1 milioni di Euro (+36% rispetto al 2014) e oltre 12.500 contratti (+32,7%). In particolare i certificati a leva fissa hanno una quota di mercato di oltre il 50%.

-       Anno di crescita per il mercato IDEM dove sono stati scambiati complessivamente 44,2 milioni di contratti standard. La media giornaliera del numero di contratti è stata di 176.068 (+13,6% sulla media giornaliera del 2014), mentre il controvalore nozionale medio giornaliero di 6 miliardi di Euro (+23,6% sulla media giornaliera del 2014).
Il 2015 è il miglior anno di sempre in termini di media giornaliera di contratti standard su base annua per tutti i prodotti su indice.
Nel corso del 2015 sono stati raggiunti i seguenti record storici:

o        Opzioni sull’indice FTSE MIB: record di tutti i tempi per contratti standard e controvalore nozionale, registrati il 16 dicembre 2015 con 103.273 contratti standard e 5,3 miliardi di Euro.

o        Index mini-Futures: record storico per contratti standard e controvalore nozionale, registrati entrambi il 24 agosto 2015, con 63.528 contratti standard e 1.321,4 milioni di Euro di controvalore.

o        Weekly Stock Options: record storico per contratti standard il 24 agosto 2015 con 3.154 contratti standard, e per controvalore nozionale il 5 marzo 2015 con 16 milioni di Euro di controvalore.

-       Su Idex, il mercato dei futures su derivati elettrici, sono stati scambiati 2.761 contratti standard per complessivi 4,9 milioni di MWh.

-       Le negoziazioni dei futures su grano duro su Agrex hanno registrato scambi complessivi pari a 933 contratti standard e 46.650  tonnellate totali.

-       Trading After Hours: record storico per contratti scambiati il 3 dicembre 2015 con 16.249 contratti.

PRINCIPALI ATTIVITA’ E PROGETTI 2015

Mercato Primario

-       ELITE: nel corso del 2015 ELITE ha continuato a crescere e internazionalizzarsi superando le 320 società partecipanti da 21 Nazioni.
ELITE è stato pensato per aiutare le imprese a strutturarsi per crescere, accedere a diverse opzioni di finanziamento, incrementarne la visibilità e promuoverne relazioni e opportunità di business con potenziali investitori (www.elite-growth.com).

-       ELITE Connect: A novembre è stata lanciata la nuova piattaforma dedicata a società quotate, investitori istituzionali e broker. ELITE Connect permette di gestire online l’attività di investor relations attraverso l’utilizzo di funzionalita’ quali i digital meeting ( www.elite-connect.com ).

-       Italian Infrastructure Day, STAR Conference e Small Cap Conference: con più di 3.200 meeting richiesti e con la partecipazione di 500 investitori istituzionali internazionali, Borsa Italiana ha contribuito attraverso le conference  dedicate a valorizzare l'Italia e il suo tessuto industriale nel mondo.

-       Finance for Fine Arts: Borsa Italiana, da sempre attenta a valorizzare le eccellenze italiane, ha inaugurato la seconda edizione del progetto “Rivelazioni – Finance for Fine Arts” per il restauro di una selezione di opere delle Gallerie dell’Accademia di Venezia. La prima edizione a favore delle opere della Pinacoteca di Brera si è conclusa con successo con una raccolta di oltre 270.000 euro

( www.borsaitaliana.it/borsaitaliana/borsa-italiana-arte/financeforfinearts/financeforfinearts.htm ).

Post Trade

-       Monte Titoli: L’Italia, con Monte Titoli, ha fatto parte della prima wave del progetto  europeo di TARGET2-Securities. Nel corso del 2015, è stata infatti completata con successo la migrazione alla piattaforma della Banca Centrale Europea (T2S).
T2S è un progetto lanciato dalla Banca Centrale Europea con l’ obiettivo di creare un’unica piattaforma pan-europea per il regolamento delle transazioni di titoli in moneta di banca centrale, armonizzando le procedure di post trade e migliorando l’efficienza del mercato dei capitali europeo.

Corporate

-       Nomine- Nuovo Presidente: il 29 ottobre l’Assemblea degli Azionisti e il Consiglio di Amministrazione di Borsa Italiana ha nominato Andrea Sironi Presidente di Borsa Italiana, in carica dal 1° gennaio 2016.

Altri Eventi

-       Mercati e innovazione nella filiera agroalimentare: il 29 giugno Borsa Italiana ha organizzato una giornata dedicata alla filiera agroalimentare. Il dibattito si è focalizzato sulle opportunità offerte dal mercato dei capitali per le imprese del settore, come per esempio  AGREX, il segmento del mercato dei derivati di Borsa Italiana dedicato al grano duro. Il Ministro delle Politiche Agricole, Alimentari e Forestali Maurizio Martina e il Commissario Unico di Expo 2015 Giuseppe Sala sono intervenuti all’evento.

-       13° Trading Online Expo: il 21, 22 e 23 ottobre si è tenuta a Palazzo Mezzanotte la tredicesima edizione del consueto incontro dedicato al mondo del trading e dell’investimento online. Per la prima volta le giornate dedicate alla manifestazione sono state tre anziché due, con più di 90 seminari e incontri a cui hanno partecipato oltre 2364 persone.

-       Conversazioni in Borsa: anche nel 2015 è continuato con successo il ciclo di “incontri con i protagonisti” nella sede di Borsa Italiana con Ferruccio De Bortoli.

-       Bookcity Milano: Borsa Italiana ha ospitato per la seconda volta la manifestazione BOOKCITY MILANO aprendo eccezionalmente al pubblico le porte della sua storica sede per incontri, convegni e approfondimenti del polo “Economia e Lavoro” della rassegna cittadina.

Per scaricare il pdf:(pdffile pdf - 223 KB)