Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

La Banca Mondiale lancia un nuovo bond per lo sviluppo sostenibile

22 Mag 2017 - 15:30

-       Su EuroMOT un’obbligazione a tasso fisso in dollari statunitensi (USD)

La World Bank emette oggi un nuovo titolo sul mercato EuroMOT di Borsa Italiana. L’obbligazione, in dollari statunitensi (USD) e con scadenza a 10 anni, viene inclusa nel segmento dedicato ai green e/o social bond nato per offrire agli investitori istituzionali e retail la possibilità di identificare gli strumenti i cui proventi vengono destinati al finanziamento di progetti con specifici benefici o impatti di natura ambientale e/o sociale.  

In particolare la Banca Mondiale finanzia progetti sostenibili nei paesi membri beneficiari, finalizzati alla riduzione della povertà e allo sviluppo di diversi settori quali, ad esempio, istruzione, sanità, agricoltura e infrastrutture. Le obbligazioni per uno sviluppo sostenibile offrono agli investitori l’opportunità di supportare i paesi membri in queste attività. 

Si tratta di un’emissione di durata decennale con una cedola fissa annuale lorda del 2,25%. I titoli, con scadenza maggio 2027, prevedono infine la possibilità per la Banca Mondiale di rimborsarli anticipatamente in una qualsiasi data di pagamento a partire dal 22 maggio 2022.

Con questa nuova obbligazione della Banca Mondiale, il listino dei titoli per lo sviluppo sostenibile sui mercati obbligazionari di Borsa Italiana si arricchisce di un’ulteriore importante emissione sovranazionale. Il segmento EuroMOT raggiunge così quota 892 strumenti quotati.

Pietro Poletto, Responsabile dei mercati obbligazionari del LSEG:
“La decisione strategica della World Bank di utilizzare il canale distributivo innovativo della piattaforma di Borsa Italiana, conferma la scelta vincente intrapresa nel tempo dal nostro mercato di offrire soluzioni tecnologiche sempre più connesse per il collocamento e la negoziazione di prodotti obbligazionari tramite la filiera integrata. Gli investitori di tutto il mondo guardano con crescente interesse alle tematiche Enviromental, Social e Governance (ESG) nelle proprie politiche di investimento e grazie al segmento dedicato a questo tipo di prodotti, Borsa Italiana offre uno strumento importante per individuare le obbligazioni che finanziano progetti di impatto ambientale e/o sociale, allineandosi così alle best practice internazionali”.

Arunma Oteh, Vice Presidente e Tesoriere della Banca Mondiale ha dichiarato:
“Nell’attuale contesto di mercato, dove la ricerca di rendimenti sta diventando sempre più complessa, gli investitori stanno gradualmente acquisendo consapevolezza del fatto che il ritorno finanziario non può rappresentare il loro unico obiettivo. Siamo lieti di offrire agli investitori italiani un accesso diretto al nostro bond per uno sviluppo sostenibile attraverso la quotazione su Borsa Italiana. Questa emissione permette di coniugare i benefici in termini finanziari e di diversificazione di portafoglio con la possibilità di avere un impatto positivo sulle comunità di tutto il mondo”.

BNP Paribas ha agito in qualità di operatore incaricato alla distribuzione dei titoli e agirà in qualità di specialista del secondario.

Per scaricare il comunicato in PDF: (pdffile pdf - 312 KB)

Per ulteriori informazioni:
Oriana Pagano                                                  +39 02 7242 6360

Antonio Gullotti                             media.relations@borsaitaliana.it

Twitter                                                            @BorsaitalianaIT

Borsa Italiana
Borsa Italiana è una delle principali borse europee e conta più di 380 società quotate sui propri mercati. Si occupa della gestione dei mercati azionari, obbligazionari e dei derivati. Tra i principali mercati azionari gestiti ci sono MTA – con il segmento STAR – AIM Italia – dedicato alle piccole imprese – e il MIV. Gli altri mercati gestiti sono IDEM, ETFplus, MOT, ExtraMOT e ExtraMOT PRO. Da ottobre 2007 Borsa Italiana fa parte del London Stock Exchange Group. www.borsaitaliana.it