Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Borsa Italiana dà il benvenuto a Poste Italiane

27 Ott 2015 - 11:06

-        La più grande operazione del 2015 in Europa

-        Raccolti 3,4 miliardi di euro

-        La più importante operazione di privatizzazione in Italia negli ultimi 16 anni

Poste Italiane debutta oggi sul mercato principale di Borsa Italiana.

La società è il principale operatore di Servizi Postali e Commerciali e opera nel settore dei servizi finanziari, dei servizi assicurativi e di quelli telefonici.

In fase di collocamento Poste Italiane ha raccolto 3,4 miliardi di euro con una capitalizzazione pari a 8,8 miliardi di euro. Mediobanca- Banca di Credito Finanziario ha agito come sponsor. Banca IMI, BOFA Merryll Linch, Citi Group Global Market, Mediobanca e Unicredit Corporate & Investment Banking sono stati i coordinatori dell’offerta globale di vendita.

In occasione dell’inizio delle negoziazioni Raffaele Jerusalmi, Amministratore Delegato di Borsa Italiana, ha commentato:

“Siamo molto orgogliosi di dare il benvenuto sui nostri mercati a Poste Italiane, la più grande quotazione nel 2015 in Europa. L’IPO di Poste Italiane è stata un grande successo con una domanda che ha superato di oltre tre volte l’offerta e una base di investitori fortemente diversificata e internazionale. Il 2015 si sta delineando come un anno particolarmente positivo per Borsa Italiana, sia per quantità sia per varietà di aziende che hanno scelto di quotarsi sul nostro mercato. Borsa Italiana sta così consolidando sempre più la sua importanza fra i grandi mercati europei. E il 2016 si prospetta un anno di ulteriore crescita”.

Per ulteriori informazioni:
Media Relations
Federica Marotti
Oriana Pagano
+39 0272426 360
media.relations@borsaitaliana.it

Per scaricare il comunicato in Pdf: (pdffile pdf - 242 KB)