Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Review dei mercati 2013

30 Dic 2013 - 15:19
Borsa Italiana: Review dei mercati 2013  

-       20 ammissioni sui mercati azionari

-       18 IPO: 2013 anno record delle matricole dal 2007

-       La più grande quotazione per controvalore richiesto dal 2000: Moncler

-       Raccolta totale con le nuove IPO circa 1,4 miliardi di euro

-       MOT: record per contratti e controvalore in una singola seduta in occasione del BTP Italia il 5 novembre 2013 (252.688 contratti per un controvalore di 18,3 miliardi di euro scambiati sul mercato obbligazionario di Borsa Italiana)

-       ETFPlus: record storico di masse gestite: 26,4 miliardi di euro con una crescita di +27,35% da fine 2012.

-       Borsa Italiana conferma la leadership in Europa per contratti scambiati su ETFPlus e MOT (dati a fine novembre 2013)

-       Indici (performance al 27 dicembre 2013 da fine 2012): FTSE Italia All Share +17,6% ; FTSE MIB +16,5% ; FTSE Italia STAR +54,7%

 

I DATI DI MERCATO 2013

(DATI AGGIORNATI A LUNE23 DICEMBRE 2013)

Il 2013 si chiude con 326 società quotate sui mercati di Borsa Italiana. Nel dettaglio: 290 società sul mercato MTA (di cui 68 STAR) e 36 su AIM Italia.

-       Le nuove ammissioni nel 2013 sono state 20 di cui 18 IPO

-       IPO: 2 su MTA, 1 sul MIV e 15 su AIM Italia

MTA: Moleskine e Moncler

Miv: SPACE 

AIM Italia: Mc-Link, Enertronica, Mondo TV France, Sacom, Italia Independent, Industrial Stars of Italy, Digital Magics, Safe Bag, TE Wind, KI Group, Leone Film Group, Net Insurance, Innovatec, WM Capital e GreenItaly1.

A queste si aggiungono le ammissioni di CNH Industrial (fusione per incorporazione di FIAT Industrial in CNH Industrial) e World Duty Free (scissione di Autogrill) su MTA e i passaggi di IVS Group (dal MIV a MTA) e SESA (dall’AIM Italia all’ MTA).
Le IPO erano state 6 nel 2012 e 9 nel 2011.
Le società revocate sono state 17.

-       Al 27 dicembre, l’indice FTSE Italia All Share registra un aumento del +17,6% (max annuale 20.508 il 31 ottobre 2013; min 16.027 il 25 giugno 2013). L’indice FTSE MIB registra una crescita del +16,5% (max annuale 19.372 il 22 ottobre 2013; min 15.057 il 25 giugno 2013).

-       Record di performance per l’indice FTSE Italia STAR che registra una crescita su base annua del 54,7% (max annuale 16.924: 27 dicembre 2013). Il nuovo indice FTSE AIM Italia, ha registrato quota 11.459 con una variazione positiva del 14,6% rispetto a fine anno 2012 (dati al 27 dicembre 2013).

-       La capitalizzazione complessiva delle società quotate si attesta a 438,2 miliardi di euro (+19,9% rispetto al 2012), pari al 28,1% del PIL.

-       Gli scambi di azioni hanno raggiunto una media giornaliera di 2,2 miliardi di euro e 227.040 contratti. Complessivamente sono stati scambiati 56,8 milioni di contratti e un controvalore di 540,7 miliardi di euro. Il massimo giornaliero per controvalore scambiato è stato raggiunto il 30 gennaio con 4,3 miliardi di euro e 409.685 contratti scambiati.

-       Unicredit è stata l’azione più scambiata sia per controvalore, con un totale di 95,2 miliardi di euro, sia in termini di contratti con 5,5 milioni di contratti.

-       Al 27 dicembre 2013 il totale della raccolta è pari a 2,3 miliardi di euro da parte di società già quotate o di nuova ammissione. 18 operazioni di aumento di capitale hanno raccolto 949 milioni di euro. Le 18 società che si sono quotate sui mercati di Borsa Italiana attraverso Initial Public Offering in fase di collocamento hanno raccolto 1,351 miliardi di euro.
7 le OPA nel 2013, per un controvalore di 1,3 miliardi di euro.

-       La turnover velocity, l’indicatore che rapportando il controvalore degli scambi alla capitalizzazione segnala il tasso di rotazione annuale delle azioni, è pari a 135,4% (dati a fine novembre 2013).

-       Confermata la leadership europea per contratti scambiati sui sistemi telematici sia su ETFPlus che sul MOT .

-       Continua la crescita per ETFPlus, il mercato dove vengono negoziati ETF ed ETC/ETN. Gli strumenti quotati sono saliti a 835; durante il 2013 sono stati quotati 110 ETF e 15 ETC/ETN per una cifra complessiva di 125 nuovi strumenti. Anche gli Asset Under Management continuano a segnare nuovi record: a fine novembre, infatti, le masse degli ETF hanno raggiunto quota 24,44 miliardi, mentre l’AUM degli ETC/ETN si attesta a quota 1,95 miliardi. Complessivamente sono stati scambiati 66,0 miliardi di euro e 2,8 milioni di contratti.

-       Il MOT con 1.199 strumenti complessivamente quotati (108 Titoli di Stato, 690 Obbligazioni e 401 Eurobonds e ABS) a fronte di un totale di 1.177 a fine 2012, ha registrato il suo nuovo massimo storico per controvalore scambiato (328,6 miliardi di euro +2,2% su 2012). In seguito al collocamento del BTP Italia il 5 novembre 2013 è stato stabilito il nuovo record assoluto per scambi in una singola seduta sui mercati obbligazionari di Borsa Italiana con 252.688 contratti, e per controvalore con oltre 18,3 miliardi di euro scambiati.

-       Su ExtraMOT a fine anno sono quotati 380 strumenti. Complessivamente sono stati scambiati 94.941 contratti (+8,8% rispetto all’anno 2012) per un controvalore di 5 miliardi di euro (+8,6%).

-       Gli scambi di covered warrant e certificates quotati su SeDex sono stati interessati da una decisa crescita di contratti e controvalore. La media giornaliera è salita a 64,9 milioni di euro (+70,9% rispetto al 2012) e oltre 6.500 contratti (+42,4%).

-       Sull’IDEM sono stati scambiati complessivamente 32,4 milioni di contratti standard. La media giornaliera del numero di contratti è stata di oltre 129.500, mentre il controvalore medio giornaliero di 3,2 miliardi di euro (+22,9% sulla media giornaliera del 2012). Nello specifico una significativa crescita delle Weekly MIBO (opzioni su indice FTSE MIB a scadenza settimanale) lanciate nel dicembre 2011, con un incremento del +53,9% di media giornaliera di contratti standard e +73,4% per controvalore nozionale rispetto al 2012.

-       Su Idex, il mercato dei future su derivati elettrici, sono stati scambiati 9.144 contratti standard (+171,9% rispetto al 2012) per complessivi 30,5 milioni di MWh (+120,7%). Lunedì 9 dicembre è stato stabilito il nuovo record storico con 1.105.550 MWh scambiati.

-       Il 21 gennaio di quest’anno, sono iniziate le negoziazioni dei future su grano duro sull’Agrex, con scambi complessivi pari a 301 contratti standard e 15.050 tonnellate totali.

 

PRINCIPALI ATTIVITA’ E PROGETTI 2013

20 ammissioni sui mercati azionari di Borsa Italiana

MTA:

-       Quotazione di Moleskine: 3 aprile 2013 - Moleskine si è quotata in Borsa Italiana scegliendo il segmento STAR dedicato alle imprese che si impegnano a rispettare requisiti di eccellenza in termini di trasparenza, liquidità e Corporate Governance allineati agli standard internazionali.

-       Ammissione di CNH Industrial: 30 settembre 2013 - La società nata dall’integrazione tra Fiat Industrial e CNH Global con sede in Olanda, ha iniziato le negoziazioni su Borsa Italiana il 30 settembre. Oltre a essere negoziate sul listino milanese le azioni di CNH Industrial sono anche listate sul mercato di New York.

-       Ammissione di World Duty Free: 1 ottobre 2013 - Nata dallo spin off da Autogrill, la società internazionale ha scelto Milano come piazza di quotazione, debuttando sull’MTA il primo ottobre.

-       Quotazione di Moncler: 16 dicembre 2013 - Il successo dell’IPO con una domanda di oltre 20 miliardi di euro pari a 31 volte l’ammontare dei titoli offerti e una raccolta di circa 680 milioni di euro, contribuisce a consolidare il posizionamento della piazza finanziaria di Milano nel settore della moda e del lusso. In particolare la forte componente internazionale che ha caratterizzato la domanda dei due titoli, conferma come Milano sia una piazza finanziaria in grado di attrarre capitali internazionali.

-       Quotazione della SPAC (Special Purpose Acquisition Company) Space su MIV: 18 dicembre 2013

Alle ammissioni si aggiungono due passaggi di mercato:
-       Passaggio di IVS dal MIV a MTA: 16 marzo 2013
-       Passaggio di SESA da AIM Italia a MTA: 22 ottobre 2013 

-       AIM Italia: record di matricole con 15 quotazioni nel 2013. A luglio è stato anche lanciato un indice dedicato, il FTSE AIM Italia, a conferma del ruolo sempre più centrale delle piccole e medie imprese nei mercati di Borsa Italiana. Il mercato capitalizza 1,15 miliardi di euro.

-       Elite: 68 nuove società sono entrate a far parte del programma di Borsa Italiana nel 2013 portando a 131 le società attualmente partecipanti. Il progetto lanciato nel 2012 che si propone di sostenere in modo concreto la crescita delle PMI Italiane attraverso un percorso di sviluppo organizzativo e manageriale continua a crescere: è stata lanciata anche una community virtuale in cui le società possono interagire in tempo reale e in modo continuativo tra loro, avendo la possibilità di confrontarsi anche con gli investitori e con i partner che supportano il progetto. (http://elite.borsaitaliana.it/).

-       Luxury&Finance: a ottobre Borsa Italiana in collaborazione con Vogue ha organizzato l’esclusivo road show dedicato alle società quotate e non quotate appartenenti al settore luxury. Durante l’evento, che ha visto la presenza di oltre 130 investitori da tutto il mondo con un record di oltre 550 meeting richiesti, alcune delle imprese più rappresentative del Made in Italy nel mondo hanno presentato i propri risultati e le strategie future alla comunità finanziaria internazionale. Hanno partecipato all’evento: Brunello Cucinelli, Gruppo Campari, Italia Independent Group, Luxottica, Moleskine, Piquadro, Poltrona Frau, Prada, Salvatore Ferragamo, Tod’s, Yoox, e come società non quotate Maserati e Stefano Ricci.

-       Primo Italian Infrastructure Day: Diciannove tra le più importanti società italiane operanti nel settore delle infrastrutture pubbliche e private hanno incontrato  gli investitori internazionali grazie all’importante network creato da Borsa Italiana. L’evento ha visto la partecipazione di più di 100 investitori proveniente da tutto il mondo con 400 meeting organizzati.

-       STAR Conference, Italian Equity Road Show, Small Cap Conference: è proseguita e si è ulteriormente rafforzata l’attività di promozione delle società quotate presso gli investitori nazionali e internazionali. Con più di 2000 meeting in 3 continenti e con la partecipazione di oltre 430 investitori istituzionali, Borsa Italiana ha contribuito a valorizzare l'Italia e il suo tessuto industriale nel mondo. Milano, Londra, New York, Tokyo, Singapore, Hong Kong e Stoccolma sono state le tappe di un programma ormai consolidato di incontri che contribuisce a posizionare le società italiane fra le quotate europee con la più alta liquidità e presenza di investitori internazionali. Inoltre a novembre è stata organizzata la terza edizione della Small Cap Conference, interamente dedicata alle società di piccola capitalizzazione, con l’intento di aumentare la visibilità delle PMI quotate nei confronti della comunità finanziaria domestica. Quest’anno sono anche state premiate tre società con gli Small Cap Conference Awards: Italia Independent, Molmed e Frendy Energy.

-       Road Show a KM Zero: Sono partiti da Bologna e Verona i primi road show locali di Borsa Italiana dedicati alle nuove opportunità di investimento “a KM Zero” che proseguiranno anche nel 2014 in varie province italiane per facilitare l’incontro tra investitori e imprese locali.

-       BTP Italia: Grande successo per le due emissioni (aprile e novembre) di quest’anno del BTP Italia, che hanno entrambe fatto registrare un record in Europa per un collocamento diretto sul pubblico retail. La prima emissione ha raccolto 17 miliardi di euro mentre la seconda è arrivata a 22 miliardi di euro.

-       ExtraMOT PRO: Nel marzo 2013 Borsa Italiana, arricchendo la propria offerta obbligazionaria, lancia ExtraMOT PRO un nuovo segmento professionale per la negoziazione degli strumenti di debito delle società italiane (obbligazioni corporate, cambiali finanziarie, project bond e i cosiddetti mini-bond). Questo nuovo segmento nasce con l’intento di offrire alle aziende italiane quotate e non, di qualsiasi dimensione, un mercato in cui cogliere le opportunità derivanti dal nuovo quadro normativo nazionale delineato dal DDL Sviluppo. Il numero di strumenti attualmente sul mercato è 35 con 22 emittenti.

-       Borsa Italiana acquisisce il 70% di EuroTLX, Massimo Tononi viene nominato Presidente del Board e Pietro Poletto Amministratore Delegato. EuroTLX è una società di Intermediazione Mobiliare italiana che opera come MTF nell’offerta di prodotti fixed income per gli investitori privati. In seguito all’acquisizione, si completa l’offerta di Borsa Italiana di piattaforme per prodotti fixed income dedicate agli investitori privati.

-       IDEM: Borsa Italiana ha ampliato la gamma dei prodotti derivati grazie all’introduzione dei future su dividendi di singole azioni permettendo di prendere posizione sui dividendi attesi di 23 delle principali azioni europee.

-       AGREX: a inizio 2013 Borsa Italiana ha lanciato ufficialmente il nuovo segmento del mercato dei derivati IDEM dedicato alle commodities agricole. AGREX rappresenta il primo mercato finanziario regolamentato italiano dove è scambiata questa tipologia di derivati. Il primo dei prodotti ad essere negoziato sul nuovo segmento è il future su grano duro.

-       11° Trading Online Expo: il 24 e 25 ottobre si è tenuta a Palazzo Mezzanotte l’undicesima edizione del consueto incontro dedicato al mondo del trading e dell’investimento online: con circa 5.000 visitatori e decine di seminari di formazione organizzati da Borsa Italiana.

-       Monte Titoli: conferma il suo impegno a creare un collegamento con tutti i mercati dell’Eurozona e a offrire un sistema integrato di servizi prima del lancio di T2S, il progetto coordinato dalla Banca Centrale Europea per l’armonizzazione del regolamento titoli a livello europeo. Monte Titoli completerà nei prossimi diciotto mesi l’ampliamento della propria offerta di servizi cross-border.
E’ stato inoltre predisposta l’istituzione di un nuovo CSD (Depositario Centrale) in Lussemburgo che fornirà un’ampia gamma di servizi di settlement e custodia e farà leva sull’infrastruttura di Monte Titoli.

Monte Titoli, il terzo CSD d’Europa, sarà il motore della crescita di questo  business internazionale e fornirà servizi informatici, operativi e l’accesso a T2S al nuovo depositario centrale.

-       25 anni di MTS: MTS, il mercato elettronico dei titoli di stato a reddito fisso, ha festeggiato in settembre il suo 25° anniversario: MTS è stato lanciato infatti nel 1988 per iniziativa del Dipartimento del Tesoro e di Banca d’Italia e, negli anni, è stato un punto di riferimento nel panorama internazionale della negoziazione elettronica di titoli stato. L’obiettivo, già al momento del lancio, era quello di assicurare liquidità agli investitori e riduzione dei costi per gli emittenti.

-       Conversazioni in Borsa: quest’anno è stato inaugurato il ciclo di incontri con i protagonisti dello scenario macro economico e sociale italiano. Hanno partecipato ai primi due appuntamenti Giuseppe De Rita e Livia Pomodoro. Il prossimo incontro sarà con Romano Prodi il 5 febbraio.

 

 

Seguici anche su Twitter @BorsaItalianaIT

 

Per ulteriori informazioni:
Media Relations
Federica Marotti                                                02 72426 360
Oriana Pagano                                                  media.relations@borsaitaliana.it

 

Per scaricare il comunicato in pdf: (pdffile pdf - 222 KB)