Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Borsa Italiana adotta nuova piattaforma Millennium

25 Giu 2012 - 10:35

25 giugno 2012

Borsa Italiana adotta la nuova piattaforma di trading Millennium Exchange

Borsa Italiana ha adottato una nuova piattaforma di negoziazione per i propri mercati cash.

MTA, MIV, MOT, ETFplus, SeDeX, AIM Italia-Mercato Alternativo del Capitale e MAC sono infatti migrati oggi sulla piattaforma di trading Millennium Exchange, con server basati in Italia.

Millennium Exchange è una piattaforma caratterizzata da elevati livelli di performance e capacità.

Con Millennium Exchange vengono anche introdotte nuove tipologie di ordini che ampliano le possibilità di trading e investimento a disposizione degli operatori*.

La tecnologia che supporta la nuova piattaforma, sviluppata da Millennium IT, società del London Stock Exchange Group specializzata in servizi tecnologici per i capital markets, è la medesima già utilizzata anche dal London Stock Exchange.

 

*Di seguito alcune delle più rilevanti funzionalità introdotte:

- i cosiddetti "cross order", finalizzati alla conclusione di contratti in cui le controparti sono predeterminate o in cui la controparte sia costituita dallo stesso operatore che ha immesso la proposta. Tali proposte sono eseguite a un prezzo compreso tra la migilore proposta in acquisto e la migliore proposta in vendita presenti sul book di negoziazione, inclusi gli estremi di tale intervallo
- i "block trades", qualora la quantità oggetto del contratto sia uguale o superi determinati valori, il cui prezzo di esecuzione può essere compreso in uno spread più ampio di quello previsto per gli ordini cross ordinari
-gli "stop order" e "stop limit order": proposte rispettivamente senza limite di prezzo e con limite di prezzo, che restano inattive nel book di negoziazione fino al raggiungimento di un determinato livello di prezzo di attivazione
- i "market to limit": proposte immesse in fase di pre-asta ed eseguibili al prezzo d’asta e per l’eventuale parte residua trasferite alla negoziazione continua come "limit order" al prezzo d’asta

Per ulteriori informazioni:

Federica Marotti                                                                    Media Relations +39 02 72426.360

Anna Mascioni                                                                             media.relations@borsaitaliana.it

 

Per scaricare il comunicato in Pdf: (pdffile pdf - 82 KB)