Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Comunicati Stampa 2008

Luglio 2008: mese record per gli ETF

21 Ago 2008 - 11:30

Borsa Italiana e London Stock Exchange leader in europa per scambi di ETF



Luglio 2008 è stato un mese record per gli scambi di ETF sui mercati di Borsa Italiana e London Stock Exchange: i dati aggregati mostrano infatti che nel corso del mese sono stati registrati 140.452 contratti ed un controvalore record di 8,8 miliardi di euro con una crescita, rispetto a luglio 2007, del 28% nel numero dei contratti e del 152% per controvalore scambiato. Il controvalore medio giornaliero è stato pari a 383,2 milioni di euro con una crescita, rispetto a luglio 2007, del 141%, mentre il numero medio di contratti giornalieri è cresciuto del 22% a 6.107.  

Per Borsa Italiana, in particolare, lo scorso luglio ha rappresentato un mese record per controvalore scambiato sul mercato ETFplus con una media giornaliera di 236,3 milioni di euro, + 102,1% rispetto a luglio 2007. Il 23 luglio è stato anche stabilito il nuovo record di scambi in una sola seduta con un controvalore di 582,1 milioni di euro (il precedente record era di 403 milioni di euro il 21 gennaio 2008).

Anche nei primi sette mesi del 2008 gli scambi di ETFplus si confermano su livelli record con una media giornaliera di 184,7 milioni di euro, +65,5% su gennaio-luglio 2007. La media giornaliera dei contratti è stata pari a 5.434 con un incremento del 12,9% sul corrispondente periodo del 2007.

Complessivamente, da gennaio a luglio 2008, sul mercato ETFplus sono stati scambiati 809.689  contratti per un controvalore di 27,5 miliardi di euro.

A livello internazionale Borsa Italiana si conferma leader in Europa per gli scambi su ETF (Exchange Traded Fund) e ETC (Exchange Traded Commodities) su sistemi telematici. Le statistiche ufficiali della FESE (Federazione delle Borse Europee) del mese di luglio 2008 confermano infatti il primato del mercato italiano per contratti scambiati sui sistemi telematici: sono 107.447 davanti ai 91.508 di Euronext e ai 83.308 di Deutsche Borse.

I primi tre ETF che hanno esordito sul mercato italiano sono stati quotati nel settembre 2002. Nell’aprile 2007 è nato ETF Plus, il mercato gestito da Borsa Italiana completamente dedicato a ETF, ETF strutturati e ETC, che al suo debutto contava 108 ETF e 6 emittenti: EasyETF, Lyxor, iShares, Deutsche Bank, Crédit Agricole e Nasdaq stock market. Il segmento degli ETC contava invece due emittenti: Lyxor e ETFSecurities.

Oggi su ETFplus sono quotati in totale 315 strumenti di cui 251 ETF, 17 ETF strutturati e 47 ETC. Recentemente, nuovi emittenti internazionali hanno deciso di quotare i loro prodotti in Italia, a conferma del forte interesse per il mercato italiano: PowerShares, JP Morgan, SPA ETF, SGAM e ABN Amro.

Il patrimonio complessivo distribuito in Italia, cioè l’asset under management depositato in Monte Titoli, ha raggiunto a fine luglio 2008 il nuovo massimo storico di  12,7 miliardi di euro (ammontava a 8,7 miliardi di euro nel luglio 2007).

Nel corso dell’ultimo anno si è inoltre ampliata la copertura geografica e settoriale dell’offerta, con la quotazione di ETF dedicati a nuovi mercati emergenti e a particolari settori economici; ETF obbligazionari su Titoli di Stato con diverse scadenze; ETF su materie prime e ETF che replicano depositi in valuta estera e in euro e ETF su indici di credito. Tra gli ETF strutturati invece i nuovi ETF a leva, gli ETF short e gli ETF short a leva.

 

Contatti per la stampa
Marta Testi: +39 02 72 42 6323
Anna Mascioni: +39 02 72 42 6211

 

Scarica il comunicato stampa:(pdffile pdf - 117 KB)