Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

Comunicati Stampa 2008

Al via IDEX, Mercato Derivati Elettrici di Borsa Italiana

16 Lug 2008 - 09:38

Siglato l'accordo con il GME per l'utilizzo del PUN



Borsa Italiana ha firmato con il GME – Gestore del Mercato Elettrico – la licenza per l’utilizzo commerciale del PUN – Prezzo Unico Nazionale per l’acquisto di energia elettrica – per la negoziazione di contratti futures sull’energia elettrica. Il PUN sarà necessario per calcolare il prezzo di settlement dei derivati elettrici.

I contratti futures sull’energia elettrica, saranno negoziati a partire dal prossimo autunno sull’IDEX, il nuovo segmento del mercato dei derivati di Borsa Italiana (IDEM).

La struttura dei prodotti dell’IDEX, che prevede la liquidazione per contanti (cash settlement), mira a incentivare la partecipazione degli operatori finanziari e incrementare la liquidità del mercato. La liquidità potrebbe essere ulteriormente aumentata con la presenza di operatori market maker.

In un primo momento saranno negoziati futures baseload con periodo di consegna mensile, trimestrale e annuale.

Potranno accedere all’IDEX tutti gli operatori già autorizzati ad operare sul mercato IDEM mentre per la prima volta potranno essere ammessi al mercato altri soggetti diversi da banche e SIM purchè partecipino a un mercato elettrico comunitario e negozino solamente in conto proprio.

Massimo Capuano, Amministratore Delegato di Borsa Italiana, ha commentato: “Questo accordo ci permette di ampliare ulteriormente la gamma dei nostri prodotti, offrendo all’industria italiana la possibilità di gestire il rischio di prezzo dell’energia elettrica su un mercato regolamentato e garantito dalla controparte centrale. L’introduzione dell’IDEX permetterà inoltre agli operatori di disporre di un prezzo a termine trasparente dell’elettricità e agli utenti finali di trarre un beneficio in termini di prezzo”.

Sergio Agosta, Amministratore Delegato del Gestore del Mercato Elettrico ha commentato: “L'accordo rappresenta una risposta importante alla domanda di sicurezza e di riduzione dei rischi associati alle negoziazioni proveniente dal sistema industriale italiano. Grazie alla collaborazione tra GME e Borsa Italiana gli operatori del settore potranno gestire in maniera più efficace il rischio prezzo dell'energia elettrica negoziando contratti a termine con i quali soddisfare le diverse esigenze di copertura finanziaria”.

Milano, 16 luglio 2008

Contatti per la stampa: Luca Grassis: +39 02 72426.212

 

Scarica il comunicato in pdf: (pdffile pdf - 67 KB)