Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.

COMUNICATI STAMPA 2006

Massimo Capuano riceve il Freedom of the City of London

26 Set 2006 - 13:00

durante una cerimonia presso lo storico Guildhall a Londra



Massimo Capuano, Amministratore Delegato di Borsa Italiana, riceve oggi l’onorificenza Freedom of the City of London durante una cerimonia presso lo storico Guildhall a Londra.

La candidatura di Massimo Capuano è stata proposta dal Lord Mayor  della City of London, Mr. David Brewer e dal futuro Lord Mayor  John Stuttard.

La “Freedom of the City of London” è uno dei più antichi riconoscimenti inglesi e la sua origine risale al 1237. Oggi lega coloro che la ricevono alla città di Londra poiché i destinatari si impegnano a “mantenere rapporti costruttivi e forieri di sviluppo”.

Massimo Capuano ha dichiarato: “È un grande onore ricevere questo riconoscimento. Sono molto legato a questa città non solo per le sue tradizioni e il suo carattere cosmopolita, ma anche perché essa è sede di circa il 60% dei clienti esteri di Borsa Italiana e contribuisce per il 25% dei volumi scambiati sul nostro mercato.” 

Il Lord Mayor della City David Brewer ha dichiarato: “Massimo Capuano gode del profondo rispetto della comunità finanziaria internazionale. In questi anni si è impegnato per far conoscere la Borsa Italiana non solo a Londra, ma in tutto il mondo. Apprezzo  inoltre il lavoro da lui svolto come Presidente della Federazione delle Borse Europee (FESE)”.

L’onorificenza Freedom of the City of London è stata attribuita recentemente ad Alan Greenspan, già Presidente della Federal Reserve, a Mervyn King, Governatore della Banca d’Inghilterra, e a Christopher Gibson-Smith, Presidente del London Stock Exchange.

Tra i personaggi storici che hanno ricevuto questo riconoscimento vanno ricordati Winston Churchill e il Duca di Wellington.