Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
2002

 

020205S&P


COMUNICATO STAMPA

STANDARD & POOR'S PARTNER DI BORSA ITALIANA SPA

PER LA GESTIONE DEGLI INDICI DI BORSA

IL NUOVO INDICE PER L'ITALIA SI CHIAMERA' S&P/MIB 45

 

Borsa Italiana e Standard & Poor's hanno annunciato oggi il piano per il lancio di un nuovo indice destinato a diventare il principale punto di riferimento per il mercato azionario italiano.

L'indice S&P/MIB 45 è stato concepito per fornire, rispetto all'indice MIB30, una più ampia e accurata rappresentatività del mercato azionario italiano, arrivando a coprire circa l'80% dell'intera capitalizzazione di mercato.

L'inizio della diffusione del nuovo indice è previsto per la fine di aprile 2002.

L'indice S&P/MIB 45 includerà una nuova classificazione settoriale che meglio riflette le caratteristiche del mercato italiano. Ciascun componente dell'indice sarà ponderato sulla base del flottante ("free-float"), al fine di rispecchiare più fedelmente l'importanza del titolo sul mercato borsistico. La nascita del nuovo indice potrebbe anche, in futuro, costituire la base per l'introduzione di nuovi strumenti finanziari.

"La metodologia di calcolo e i criteri di inclusione nel nuovo indice consentiranno una rappresentazione più completa e accurata del mercato azionario italiano, particolarmente apprezzabile a livello internazionale", ha affermato Massimo Capuano, Amministratore Delegato di Borsa Italiana Spa. "La partnership con Standard & Poor's, leader tra i providers di indici azionari, porterà a un rafforzamento del nostro standing e aprirà la strada a ulteriori forme di collaborazione".

"La partnership con Borsa Italiana Spa è per noi il primo accordo realizzato con una delle più importanti Borse in Europa e integra le altre nostre alleanze già concluse con le Borse del Canada, dell'Australia, del Giappone e degli Stati Uniti", ha affermato Robert Shakotko, Managing Director di Standard & Poor's. "La nostra strategia punta a offrire a tutti gli investitori indici uniformi di strumenti finanziari nazionali e mondiali. L'indice S&P/MIB 45 è destinato a diventare un benchmark per l'attività di investimento, così come il più noto S&P 500, e si basa su un attento equilibrio tra liquidità e rappresentatività del mercato".

Standard & Poor's, che è destinato a diventare nel corso dei prossimi mesi il principale index provider per tutti gli indici azionari di Borsa Italiana, nel corso dell'ultimo anno ha incrementato in modo sostanziale la propria presenza sul mercato europeo degli indici, creando S&P Europe 350 (paragonabile allo S&P 500) e i corrispondenti indici settoriali S&P Europe 350. La società ha recentemente introdotto in Europa anche uno dei suoi marchi più famosi, il certificato di deposito azionario SPDR (Standard & Poor's Depositary Receipt). SPDR Europe, che comprende SPDR Europe 350 e SPDR Euro, appartiene alla maggiore famiglia di ETF -exchange traded funds- che, nel complesso, rappresenta un valore di circa 30 miliardi di dollari USA, pari al 35% del mercato mondiale.

Le azioni dell'S&P/MIB 45 saranno ponderate in base al criterio del flottante e a ogni componente dell'indice verrà applicato il Global Industry Classification Standard (GICS).

La classificazione GICS verrà applicata all'intero mercato azionario italiano.

Lo standard di classificazione GICS - sviluppato da Standard & Poor's e Morgan Stanley Capital International (MSCI) - è stato creato per soddisfare l'esigenza della comunità finanziaria internazionale di uno standard per la classificazione settoriale delle società quotate. Tale standard è stato rapidamente accettato in tutto il mondo e il suo utilizzo nell'S&P/MIB 45 consentirà agli investitori un'accurata comparazione delle performance degli indici italiani con gli altri indici mondiali.

Gli indici e Standard & Poor's

L'indice S&P 500 è ampiamente considerato come lo standard per la valutazione del rendimento dei titoli a grande capitalizzazione sul mercato borsistico statunitense. Il suo corrispondente europeo, l'indice Europe 350, è costituito da azioni caratterizzate da un elevato livello di liquidità, emesse da società a grande capitalizzazione comprese in tutti i 10 settori economici inclusi nello S&P/MSCI Global Industry Classification Standard (GICS). Le 350 società rappresentano circa il 70% del flottante presente sul mercato europeo. L'indice costituisce inoltre la componente europea dello S&P Global 1200, a sua volta formato da sei indici regionali, fra cui lo S&P 500 degli Stati Uniti e l'S&P/TOPIX 150 del Giappone. Gli indici S&P hanno prodotti trattati in quattro continenti. Futures e opzioni sullo Europe 350 sono negoziati sul mercato spagnolo dei derivati (MEFF) e al Chicago Mercantile Exchange (CME).

L'inclusione di un titolo o la sua rimozione da un indice S&P non rappresentano in alcun modo un giudizio sulla società. Ulteriori informazioni a riguardo sono disponibili all'indirizzo www.spglobal.com .

Standard & Poor's, una divisione di The McGraw-Hill Companies (MHP:NYSE), è uno dei più importanti global providers di informazione e analisi finanziaria. Fra i prodotti e servizi offerti dalla società, si ricordano le informazioni finanziarie sulle società, i servizi di analisi e di credit ratings su oltre 220.000 azioni e fondi in tutto il mondo. Con oltre 5.000 dipendenti in 18 Paesi, Standard & Poor's è parte integrante della struttura finanziaria mondiale. Ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo www.standardandpoors.com.

Borsa Italiana Spa

Borsa Italiana è la società per azioni responsabile dell'organizzazione e della gestione del mercato borsistico italiano, nata nel 1997 dalla privatizzazione dei mercati borsistici e operativa dal 2 gennaio 1998.

La Società è responsabile:

  • della definizione dell'organizzazione e del funzionamento dei mercati
  • della definizione della disciplina dei requisiti e delle procedure di ammissione e permanenza sul mercato per le società emittenti e per gli intermediari
  • della vigilanza e della gestione del mercato
  • della gestione dell'informativa societaria

Borsa Italiana svolge inoltre attività organizzative, commerciali e promozionali finalizzate a sviluppare servizi ad elevato valore aggiunto per la comunità finanziaria.

Uno dei progetti in corso di realizzazione è l'implementazione di un sistema di controparte centrale per i mercati cash attraverso la Cassa di Compensazione e Garanzia.

Obiettivo primario di Borsa Italiana è assicurare lo sviluppo dei mercati gestiti massimizzandone la liquidità, la trasparenza e la competitività, perseguendo al contempo elevati livelli di efficienza e redditività.

L'attuale assetto privatistico configura Borsa Italiana come un organo di gestione del mercato dotato di autonomia e flessibilità operativa; tra i principi che ispirano questo nuovo assetto, fondamentali sono il carattere imprenditoriale dell'attività di organizzazione e gestione dei mercati e la separazione della funzione di vigilanza (Consob e Banca d'Italia) da quelle di regolamentazione e gestione del mercato (Borsa Italiana).

Borsa Italiana organizza e gestisce il mercato borsistico italiano, con la partecipazione di oltre 180 intermediari nazionali ed internazionali che operano in Italia o dall'estero in remote membership, utilizzando un sistema di negoziazione completamente elettronico per l'esecuzione degli scambi in tempo reale.

Ulteriori informazioni sono disponibili all'indirizzo: www.borsaitalia.it.

 

Milano, 5 febbraio 2002


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.