Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
2001

 

010906assemblea


COMUNICATO STAMPA

L'Assemblea degli Azionisti di Borsa Italiana Spa approva modifiche al Regolamento dei mercati

Nominati tre Consiglieri di Amministrazione

L'Assemblea degli Azionisti di Borsa Italiana, nella riunione di oggi, ha approvato alcune modifiche al Regolamento dei mercati e ha nominato tre nuovi Consiglieri di Amministrazione.

Le modifiche al Regolamento dei mercati, che verranno sottoposte all'approvazione della Consob, riguardano:

  1. disciplina dell'ammissione alla quotazione

A) disciplina dello sponsor

Rafforzando l'attuale previsione che lo sponsor debba essere membro della direzione del consorzio di collocamento, si prevede che lo sponsor coincida con il capofila ("lead manager") di una tranche dell'offerta (istituzionale o retail).

Viene esteso l'obbligo di comunicazione a Borsa Italiana di tutti i rapporti di natura creditizia tra sponsor ed emittente e viene inserita la figura del co-sponsor in caso di:

  • partecipazioni superiori al 10% dello sponsor nell'emittente (a meno che siano soggette a vincolo) o viceversa;
  • rapporti di natura creditizia se superiori al 33% dell'esposizione complessiva dell'emittente (calcolata sul credito utilizzato) e se il rapporto di indebitamento è superiore a 0.5.

Viene inserita una norma in base alla quale la Borsa Italiana può richiedere la nomina di un secondo sponsor in casi diversi da quelli previsti dai criteri indicati, comunicandolo all'emittente entro 15 giorni dal giorno in cui è stata completata la documentazione da allegare alla domanda.

Si estende l'obbligo dello sponsor di informare sulle responsabilità della quotazione il Consiglio di Amministrazione e il collegio sindacale.

B) disciplina del lock-up nel nuovo mercato

Si estende la possibilità di applicare il vincolo anche ai soci divenuti tali prima di 12 mesi dalla presentazione della domanda, tenendo conto della rilevanza e della natura della partecipazione.

Si introduce una possibilità di deroga per l'utilizzo di una parte dei titoli sottoposti al vincolo di lock-up per operazioni di prestito titoli, a condizione che la garanzia (collateral) sia sottoposta ad un vincolo che la renda indisponibile al creditore.

 

  1. Ammissione alla quotazione dei fondi aperti indicizzati - etf
  2. Si prevede la possibilità di ammettere alla quotazione fondi aperti che replicano un indice (Exchange traded funds).

    Tali strumenti finanziari saranno negoziati in un apposito segmento del Mercato Telematico Azionario e dovranno essere riferiti a indici noti e i cui valori siano disponibili al pubblico.

     

  3. Adozione del Market Model

Al fine di adeguare la microstruttura dei mercati MTA, Nuovo Mercato, Mercato After Hours e Mercato Ristretto al Market Model europeo, si modifica la disciplina delle modalità di negoziazione prevedendo le seguenti funzionalità:

  • introduzione dell'asta di chiusura;

  • eliminazione del lotto minimo di negoziazione, con l'estensione al MTA e al Mercato Ristretto della possibilità di negoziare strumenti finanziari per qualunque quantitativo (già prevista sul Nuovo Mercato). La modifica consentirà maggiore flessibilità nelle decisioni di investimento da parte degli investitori finali, in particolare quelli retail, il venir meno della necessità di frequenti adeguamenti alla struttura dei lotti minimi in occasione di interventi sul capitale delle società e una maggiore semplicità del funzionamento della fase di apertura, attualmente disegnata in modo da consentire l'accorpamento in lotti unitari di spezzature inserite per l'esecuzione al prezzo di asta.

  • estensione dell'anonimato del book di negoziazione, cioè la non visibilità dei codici degli operatori che immettono ordini, al MTA, al TAH e al Mercato Ristretto (anonimato pre-trade), analogamente a quanto già avviene sul Nuovo Mercato;

  • chiusura delle fasi di pre-asta della seduta (apertura, chiusura, aste infragiornaliere) in un momento determinato con un processo casuale all'interno dell'ultimo minuto della fase stessa (random);

  • introduzione delle proposte di negoziazione con modalità di esecuzione "valide solo in asta di chiusura" e modifica della disciplina delle proposte con quantità nascosta, prevedendo che alla quantità visibile corrisponda un controvalore almeno pari ad un valore minimo stabilito da Borsa Italiana nelle Istruzioni (10.000 euro);

  • introduzione del prezzo di controllo quale nuovo valore di riferimento per il controllo automatico delle negoziazioni: il prezzo di controllo è pari al prezzo di riferimento del giorno precedente in asta di apertura e al prezzo di asta di apertura durante la negoziazione continua e in asta di chiusura. Durante il Trading After Hours, il prezzo di controllo è pari al prezzo di riferimento del giorno.

 

  1. Controparte Centrale
  2. Borsa Italiana intende modificare la disciplina del sistema di garanzia dei contratti prevedendo la sostituzione del Fondo di Garanzia dei Contratti con la Controparte Centrale. A tal fine ha predisposto il proprio Regolamento all'adozione del nuovo sistema di garanzia.

    In particolare il buon fine dei contratti conclusi sui mercati di Borsa e sul Nuovo Mercato ed aventi ad oggetto azioni, obbligazioni convertibili, warrant e quote di fondi chiusi verrà garantito dalla Cassa di Compensazione e Garanzia - già clearing house dei contratti conclusi sul mercato IDEM - nel ruolo di Controparte Centrale.

    In una prima fase di attuazione della nuova disciplina il Fondo di Garanzia dei Contratti continuerà a garantire i contratti conclusi sul Mercato dei Covered Warrant (MCW) e sul Mercato dei Premi (MPR).

     

  3. Modalita' di negoziazione sul mercato idem

Viene introdotta una disciplina degli obblighi dei market maker differenziata non solo per tipologia di contratto, come attualmente previsto, ma anche per tipologia degli obblighi di quotazione.

Si prevede la possibilità di assoggettare i market maker a due tipologie di obblighi di quotazione:

  • obblighi di quotazione continuativa
  • obblighi di rispondere a richieste di quotazione.

 

  1. Documenti contabili pro-forma
  2. I documenti contabili pro-forma da consegnare nel caso in cui la società sia di recente costituzione o abbia subito recentemente modifiche patrimoniali sostanziali dovranno essere riferiti all'ultimo esercizio chiuso prima della presentazione della domanda.

    Si prevede che, unitamente ai dati pro-forma, sia prodotta una relazione della società di revisione contenente un giudizio sulla ragionevolezza delle ipotesi di base per la redazione dei dati pro-forma, sulla corretta applicazione della metodologia utilizzata nonché sulla correttezza dei principi contabili.

     

  3. Nomina Consiglieri

L'Assemblea degli Azionisti di Borsa Italiana ha nominato tre nuovi Consiglieri di Amministrazione in sostituzione di Michele Calzolari, Alberto Giovannini e Marco Mazzucchelli, dimissionari. I nuovi Consiglieri sono: Gian Luca Baldassarri, Massimo Ferrari e Giovanni Gorno Tempini.

 

 

 

Milano, 6 settembre 2001


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.