Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
2000

 

040701minifib1anno


COMUNICATO STAMPA

MiniFIB, il derivato di Borsa Italiana Spa nato per il retail,

compie un anno

 

Il miniFIB, il primo strumento del mercato dei derivati italiano (IDEM) progettato per l'investitore individuale, ha compiuto il suo primo anno di vita.

Nato il 3 luglio del 2000, il contratto futures sull'indice MIB 30, ha registrato un costante incremento dei volumi: da una media giornaliera di 2.822 contratti registrata nel 2000 si è passati ad una di 4.543 nel corso dei primi cinque mesi del 2001; media in ulteriore aumento nel mese di giugno 2001, con 4.789 contratti.

Il record assoluto in termini di contratti sul miniFIB (10.414 contratti standard per un controvalore pari a 499,8 milioni di euro) si è avuto lo scorso 14 settembre. E' invece del 22 maggio 2001 il record assoluto registrato sull'IDEM (259.684 contratti) cui il miniFIB ha contribuito con 5.561 contratti.

Il 30% circa dei volumi proviene dall'online, dove sono presenti al momento cinque intermediari: Banca Sella, Twice Sim, Nuovi Investimenti Sim, Mediosim e Imi-Web. Altri sono attesi entro la fine dell'anno.

I tre market maker attualmente attivi sono: Nuovi Investimenti Sim, Banca Nazionale del Lavoro e Fineco Sim.

Lo scorso 16 maggio, la CFTC (U.S. Commodities Futures Trading Commission) ha rilasciato a Borsa Italiana la no-action letter per la vendita del miniFIB attraverso intermediari autorizzati negli USA: una decisione importante che permette a Borsa Italiana di venire incontro al crescente interesse verso il prodotto manifestato da molti operatori esteri.

Numerose sono le caratteristiche che hanno determinato il successo del miniFIB, che permette di:

q beneficiare del rialzo o del ribasso del mercato, anche prendendo posizioni short, sfruttando inoltre l'effetto leva implicito nel contratto

q proteggere il proprio portafoglio azionario da condizioni di mercato sfavorevoli

q sfruttare il diverso andamento della performance dell'indice azionario italiano rispetto alla performance di un singolo titolo o di indici azionari internazionali (arbitraggio)

 

Milano, 4 luglio 2001

 

Le caratteristiche del contratto miniFIB:

Sottostante

Indice MIB 30

Moltiplicatore

1 € per punto indice

Scadenze

Le due scadenze trimestrali più vicine del ciclo trimestrale "Marzo, Giugno, Settembre e Dicembre"

Giorno di Scadenza del Contratto

Il terzo venerdì del mese di scadenza (ore 9.30)

Ultimo Giorno di Negoziazione

La negoziazione termina alle 9.30 del terzo venerdì del mese di scadenza

Quotazione

In punti indice

Movimento Minimo di Prezzo

5 punti indice

Prezzo di Chiusura Giornaliero

Calcolato sulla base della media dei prezzi, ponderata per le quantità, dell'ultimo 10% dei contratti scambiati sul mercato sul contratto future FIB30

Prezzo Finale di Regolamento

Il prezzo di apertura dell'indice MIB 30, nell'ultimo giorno di negoziazione

Valore di Regolamento

E' dato dal prodotto del prezzo finale di regolamento per 1 €. Il regolamento è per contanti, con valuta il primo giorno lavorativo successivo alla scadenza del contratto.

Orario di Negoziazione

Dalle 9:15 alle 17:30.

 

Milano, 4 luglio 2001


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.