Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
2000

 

000616NM


COMUNICATO STAMPA

COMPIE UN ANNO IL NUOVO MERCATO DI BORSA ITALIANA SpA

Il 17 giugno 1999 la quotazione della prima società - Opengate - sul mercato creato da Borsa Italiana per le imprese innovative ad alta crescita.

In un anno il Nuovo Mercato ha registrato una performance del +644%

13 le società attualmente quotate, 25 nuove matricole attese nel 2000

Dal 19 giugno opzione su Tiscali SpA

Con la quotazione del titolo Opengate, un anno fa, il 17 giugno 1999, nasceva il Nuovo Mercato di Borsa Italiana. A dodici mesi dall'avvio, il Nuovo Mercato presenta un bilancio positivo e prospettive in forte evoluzione.

Il Nuovo Mercato si è rivelato un importante volano per il decollo della Nuova Economia in Italia e ha fornito le basi per lo sviluppo di una nuova cultura d'impresa.

Per le aziende innovative e ad alto tasso di crescita ha rappresentato un canale di accesso al capitale di rischio in grado di rispondere alle loro specifiche esigenze e ha offerto agli investitori, interessati a diversificare il portafoglio su titoli ad elevato profilo di rischio-rendimento, un mercato caratterizzato da qualità, trasparenza e liquidità.

Inoltre il Nuovo Mercato ha favorito la crescita del venture capital, tradizionalmente poco sviluppato in Italia, fornendo agli investitori istituzionali un mercato efficiente per il disinvestimento delle attività in portafoglio.

Uno dei motivi di successo del Nuovo Mercato è la costante partecipazione degli investitori retail che hanno la possibilità di negoziare anche una sola azione.

Lo sviluppo del Nuovo Mercato è stato supportato dalla attività di un articolato gruppo di intermediari finanziari, società di consulenza e di revisione, studi legali e professionisti della comunicazione, selezionati da Borsa Italiana, che fanno parte del network "Partners del Nuovo Mercato".

I Partners, oggi 70, si propongono alle società con competenze specifiche per assisterle nelle varie fasi del processo di quotazione.

Grazie all'alleanza con i principali nuovi mercati europei per le imprese high growth, il Nuovo Mercato ha assicurato alle società quotate una visibilità internazionale e l'accesso di investitori di elevato profilo e specializzazione: infatti il 70% circa di ogni nuova offerta viene collocata presso investitori istituzionali, internazionali e domestici.

Nell'ambito di EURO.NM (il circuito europeo dei mercati per le imprese ad alta crescita) il Nuovo Mercato si posiziona oggi al secondo posto per scambi e al terzo per capitalizzazione.

Nel 2000 sono previste almeno 25 nuove quotazioni.

I contatti avviati con potenziali quotande riguardano non meno di 50 società in tutti i settori high tech e innovativi.

In un'ottica di ampliamento degli strumenti finanziari disponibili per gli investitori, Borsa Italiana lancerà un'opzione sul titolo Tiscali che verrà negoziata sull'Idem, il mercato dei derivati, dal 19 giugno p.v.

Il successo del Nuovo Mercato si evidenzia nei numeri :

  • capitalizzazione complessiva di oltre 22 miliardi di Euro

  • scambi medi giornalieri da inizio anno pari a 158 milioni di Euro, con punte che hanno raggiunto fino al 24% dei volumi giornalieri scambiati sul mercato di Borsa

  • 25% del totale dei contratti negoziati giornalmente sul mercato After Hours di BIt

  • performance dal lancio (17.6.1999): +644%; +17% nel periodo gennaio-maggio 2000

  • il 90% delle offerte è costituito da azioni di nuova emissione. Ciò conferma che la motivazione principale della quotazione è il finanziamento della crescita

  • flottante medio collocato: 34% (a fronte di un minimo da regolamento del 20%)

  • elevato rapporto tra azioni richieste e azioni assegnate nelle offerte pubbliche iniziali delle società del NM.

Milano, 16 giugno 2000


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.