Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
1999

 

991011_Acsm e Tecnodiff (3372)


 

BORSA ITALIANA: VIA LIBERA ALLA QUOTAZIONE DI ACSM AL MERCATO DI BORSA E DI TECNODIFFUSIONE AL NUOVO MERCATO.

AMMESSO INOLTRE IL FONDO COMUNE DI INVESTIMENTO OBIETTIVO IMPRESA

 

Con ACSM e TECNODIFFUSIONE salgono a 31 le società ammesse alla quotazione nel 1999.

TECNODIFFUSIONE è la quinta società che entra a far parte del Nuovo Mercato.

Borsa Italiana S.p.A. ha dato il via libera alla quotazione di ACSM al Mercato di Borsa e di TECNODIFFUSIONE al Nuovo Mercato.

Sono stati inoltre ammessi i certificati rappresentativi di quote del Fondo Comune di Investimento Mobiliare Chiuso "Obiettivo Impresa".

L'ammissione di ACSM al Mercato di Borsa e di TECNODIFFUSIONE al Nuovo Mercato porta a quota 31 le società ammesse alla quotazione nel 1999 da Borsa Italiana S.p.A.: 26 sul Mercato di Borsa e 5 sul Nuovo Mercato.

Sono stati inoltre ammessi alla quotazione anche tre Fondi comuni di investimento chiusi.

TECNODIFFUSIONE è la quinta società che - dopo il collocamento - entrerà a far parte del Nuovo Mercato, creato da Borsa Italiana S.p.A. per le società italiane ad alto potenziale di crescita.

La prima matricola è stata OPENGATE, nel giugno scorso.

PRIMA INDUSTRIE, POLIGRAFICA SAN FAUSTINO e TISCALI sono le altre tre società che Borsa Italiana S.p.A. ha ammesso alla quotazione al Nuovo Mercato e che stanno per avviare le operazioni di collocamento.

Il circuito EURO.NM - di cui fa parte il Nuovo Mercato assieme ai mercati di Amsterdam, Bruxelles, Francoforte e Parigi - può contare ormai su oltre 300 società quotate.

La capitalizzazione di EURO.NM supera i 55 miliardi di Euro, con una media giornaliera degli scambi di oltre 150 milioni di Euro. L'indice azionario EURO.NM ha guadagnato oltre il 130% dall'inizio del 1998.

Milano, 11 ottobre 1999


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.