Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
1999

 

991005_saluto preda (3295)


Indirizzo di saluto del Prof. Preda al signor Presidente della Repubblica

Dopo la privatizzazione, la Borsa Italiana SpA ha registrato una storia caratterizzata da elementi di rapido sviluppo e dal recupero della propria centralità all'interno del sistema economico finanziario del Paese.

Lo sviluppo della Borsa è riassumibile in alcuni numeri:

  • La capitalizzazione ha ormai raggiunto il 50% del PIL
  • Per volumi di scambi sui sistemi telematici siamo ormai la 4a Borsa Europea
  • Circa il 40% degli ordini proviene giornalmente dall'estero
  • La propensione alla quotazione di nuove società continua a crescere nel tempo e ha portato di recente il numero di società quotate in Borsa al massimo storico
  • La Borsa Italiana svolge efficacemente la propria funzione essenziale di raccolta di capitale di rischio
  • Si mantiene elevata l'efficienza del sistema di contrattazione
  • La società è anche caratterizzata da una buona redditività

La Borsa Italiana ha fatto la propria parte, con il fattivo ed intelligente contributo di tutti i colleghi, delle Autorità e dei partecipanti al mercato per raggiungere questi buoni risultati, ma il nostro impegno sarebbe stato certamente meno premiato, se il contesto normativo ed economico di riferimento non fosse stato caratterizzato da alcuni elementi che desidero ricordare:

  • La ritrovata stabilità del sistema Paese
  • L'adesione dell'Italia all'UEM
  • La privatizzazione della Borsa e l'autoregolamentazione
  • La promulgazione del Testo Unico della Finanz
  • L'importante processo di privatizzazione delle imprese pubbliche
  • La crescita della propensione all'investimento azionario, connessa anche alla diminuzione del debito pubblico

Tutti o quasi questi fenomeni hanno visto, come protagonista, il Presidente Ciampi nei diversi ruoli ricoperti nel tempo.

Perciò, a nome di tutti i colleghi, desidero esprimere la nostra soddisfazione per il grande onore che la visita del Presidente della Repubblica, la prima nella storia del nostro Paese, rappresenta per la Borsa Italiana, ma anche aggiungere la gratitudine che la Borsa in particolare - e per essa l'intero mondo imprenditoriale e finanziario - ha verso il Presidente della Repubblica, che con la sua opera, ha contribuito a gettare le basi del nostro successo.

In questa occasione così significativa sono onorato di consegnarLe in anteprima il testo del Codice di Autodisciplina che sarà presentato domani a Milano alla comunità finanziaria e che nei nostri auspici dovrebbe rappresentare un passo decisivo nell'allineamento del nostro sistema di Corporate Governance ai livelli internazionali più avanzati.

Milano, 5 ottobre 1999


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.