Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
1999

 

990929_roadshow (3294)


COMUNICATO STAMPA

"QUOTARSI IN BORSA: UNA SCELTA VINCENTE"

IERI IL CONVEGNO PER LE PICCOLE E MEDIE IMPRESE REGGIANE

"Quotarsi in Borsa: una scelta vincente". E' questa la linea guida dell'incontro che si è svolto questa mattina a Reggio Emilia. Il convegno promosso da Borsa Italiana SpA in collaborazione con Credem, Euromobiliare Sim (gruppo Credem) e con l'Assindustria di Reggio, ha rappresentato un importante momento di confronto con Piazza Affari, in una fase in cui si prospettano nuove interessanti strategie per le piccole e medie imprese con alti indici di sviluppo.

Delle opportunità offerte dalla quotazione hanno parlato l'amministratore Delegato di Borsa Italiana SpA Massimo Capuano, l'amministratore Delegato del Credem Franco Bizzocchi, il Vice Presidente e Amministratore Delegato della Interpump di S. Ilario Giovanni Cavallini e il Presidente dell'Assindustria Giuseppe Prezioso.

Se un'impresa ha un buon programma di sviluppo, la quotazione può essere una scelta vincente, ma come, dove e quando quotarsi sono gli elementi critici e non trascurabili di questa decisione, che sono stati approfonditi da Angelo Miglietta della Università Bocconi per le tematiche societarie e fiscali, da Francesco Perilli (Amministratore Delegato di Euromobiliare Sim) e Rita Gastaldi (Responsabile del Mercato Primario di Euromobiliare Sim) in relazione al ruolo dello sponsor e agli aspetti operativi del collocamento.

In occasione del convegno, Massimo Capuano, Amministratore Delegato di Borsa Italiana SpA, ha sottolineato che "la quotazione in Borsa è ormai considerata uno strumento fondamentale per lo sviluppo e per la creazione di valore delle imprese". "Per Borsa Italiana" - ha segnalato Capuano - "incentivare la quotazione delle imprese italiane rappresenta un obiettivo fondamentale: siamo quindi impegnati, con l'aiuto dei principali players del mercato, a creare un ambiente innovativo e favorevole, per soddisfare le esigenze di emittenti, intermediari e investitori".

"In particolare per le PMI la linea di sviluppo strategico che abbiamo scelto è quella della segmentazione dei mercati" - ha spiegato Capuano - "che serve ad evidenziare le caratteristiche delle imprese e a massimizzarne le potenzialità. La segmentazione prevede per le imprese ad alto potenziale di crescita e high tech il Nuovo Mercato, già operativo, mentre per le piccole e medie imprese tradizionali stiamo mettendo a punto un progetto la cui definizione è prevista per dicembre 1999".

Milano, 29 settembre 1999


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.