Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 
1998

 

980320 partenza midex futures


COMUNICATO STAMPA

MIDEX FUTURES: LA PARTENZA IL 24 MARZO 1998

E' il nuovo contratto introdotto dall'Idem sull'indice dei titoli a media capitalizzazione

Milano, 20 marzo 1998 - IL MIDEX futures, il contratto sull'indice dei titoli a media capitalizzazione, partirà il 24 marzo 1998.

Il nuovo contratto, "MIDEX Futures", viene ad arricchire il numero dei contratti negoziati sull'Idem, il mercato dei derivati azionari della Borsa Italiana.

Il lancio del MIDEX Futures, a soli cinque mesi dall'introdizione dell'indice sottostante, avviene sulla scia del grande successo dei contratti sull'Indice MIB 30.

L'Idem è partito il 28 novembre 1994 con il FIB30, il contratto sull'indice MIB30, cui si sono aggiunti i contratti di opzione sull'indice - MIBO30 - dal 15 novembre 1995 e le opzioni sui singoli titoli - Isoalfa - dal 19 febbraio 1996.

Dalla partenza l'Idem ha registrato una crescita costante: nel periodo gennaio-febbraio 1998 ha raggiunto una media giornaliera complessiva di 31.908 contratti per un controvalore di 7.513 miliardi di lire, collocandosi così ai primi posti in Europa.

Nel disegnare il nuovo contratto la Borsa Italiana SpA ha inteso mettere a disposizione del mercato uno strumento ideale per guadagnare esposizione su un comparto, quello dei titoli Mid-cap, con forti prospettive di crescita.

Il MIDEX Futures presenta numerosi vantaggi sia per gli operatori che per i risparmiatori:

  • L'ampliamento delle opportunità operative nelle strategie di hedging, asset allocation e spread trading col FIB30
  • Forte analogia con le specifiche contrattuali e le modalità di negoziazione del FIB30
  • Dimensione ridotta del contratto rispetto al FIB30:5000 lire per punto indice invece di 10000 lire per soddisfare le esigenze dell'investitore professionale e di quello retail
  • Limitata correlazione col MIB30 e combinazione rischio-rendimento addirittura più favorevole
  • Volatilità inferiore rispetto al MIB30 e quindi margini di garanzia ridotti e un accesso al mercato meno costoso.

Sono già otto gli operatori Market Makers sul contratto MIDEX Futures, che quoteranno continuativamente prezzi denaro e lettera sulle prime due scadenze negoziate:

  1. Banca Akros
  2. Banca Popolare di Milano
  3. Banca del Salento
  4. Caboto Sim
  5. Citibank
  6. Eptasim
  7. Intersim
  8. San Paolo Londra


Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.