Cookie
Su questo sito utilizziamo cookie tecnici e, previo tuo consenso, cookie di profilazione di terze parti per proporti pubblicità e servizi in linea con le tue preferenze. Per maggiori informazioni, ti invitiamo a consultare la nostra cookie policy. Cliccando su “Continua” o proseguendo nella navigazione acconsenti all’utilizzo di tali cookie.
 

Glossario



Termine
Dealer
Categoria
Mercati Finanziari

Definizione
Intermediario finanziario che nell'industria dei servizi di investimento opera sul lato dell'offerta operando in contropartita diretta della clientela su richiesta della stessa. In sostanza i dealer effettuano negoziazioni di strumenti finanziari per conto proprio, acquistando strumenti che confluiscono nel loro portafoglio di proprietà (inventory) e vendendo strumenti detenuti in proprietà e traendo da tali negoziazioni un profitto.

Approfondimento
Il dealer è un intermediario finanziario che negozia con la clientela quando la clientela richiede di negoziare. In sostanza esso fornisce liquidità al mercato. I prezzi ai quali il dealer acquista e vende sono detti prezzo bid (o offer o prezzo denaro, prezzo al quale il dealer è disposto ad acquistare) e prezzo ask (o prezzo lettera, prezzo, più elevato, al quale il dealer è disposto a vendere). I dealer realizzano profitti dalla loro operatività acquistando a prezzi bid bassi e vendendo a prezzi ask alti. La differenza tra prezzi bid e ask (bid-ask spread) è il prezzo che i dealer applicano agli investitori per la fornitura di liquidità. Le tipologie di dealer variano in relazione alla dimensione delle posizioni assunte e ai tempi per cui i dealer sono disposti a detenere tali posizioni. I market maker si obbligano a fonrire liquidità con continuità su determinati titoli per quantitativi unitari predichiarati e spesso entrano ed escono dalle posizioni assunte su base infragiornaliera. I block facilitators forniscono liquidità a trader di grandi dimensioni e possono mantenere le loro posizioni anche per giorni e settimane. In un mercato "quote-driven" un market maker si pone come controparte di ogni negoziazione. I market maker quotano prezzi e sono sempre pronti ad acquistare e vendere a prezzi bid e ask: in tal senso essi forniscono liquidità al mercato. I dealer dispongono di un portafoglio titoli in proprietà (noto come inventory) che varia in relazione alle operazioni dagli stessi condotte sul mercato. Essi traggono profitto dall'applicazione dello bid-ask spread nonché dalle operazioni di speculazione condotte sul loro portafoglio.
Ultimo Aggiornamento: 17 gennaio 2011 - 07:17

Argomenti Correlati
Broker, Differenziale Denaro-Lettera, Market Maker, Mercato ad Asta, Prezzo di Acquisto, Prezzo Denaro, Prezzo Bid, Prezzo Ask, Bid-Ask Spread, Prezzo di Vendita, Quotazione Lettera, Quotazione Denaro, Prezzo Lettera, Locals, Mercato Fisico, Mercato Quote Driven, Mercato di Dealer, National Association of Securities Dealers Automated Quotation, New York Stock Exchange

Indietro Nuova Ricerca

Per una guida all'uso del Glossario clicca qui



Borsa Italiana non ha responsabilità per il contenuto del sito a cui sta per accedere e non ha responsabilità per le informazioni contenute.

Accedendo a questo link, Borsa Italiana non intende sollecitare acquisti o offerte in alcun paese da parte di nessuno.

Sarai automaticamente diretto al link in cinque secondi.